Social
Contatti
Dashboard

Fabrizio Pastore

Venuto alla luce appena in tempo per essere folgorato dal più luminoso bagliore di sempre. La Roma di Liedholm e Viola, Falcão e Di Bartolomei, incanta i miei occhi di bambino e mi marchia a fuoco. Mastico pane e pallone in una famiglia di agnostici del calcio. Varco per la prima volta il confine fra la scalinata esterna e il boccaporto dello stadio, con gli occhi del piccolo Paul di Febbre a 90. La Sud mi cattura sguardo, timpani e cuore, non necessariamente in quest’ordine. Il 30 maggio mi tramortisce, due volte e tutta la vita. La Roma di Völler e Giannini mi tempra. Quella di Totti e Batistuta mi fa volare. De Rossi mi colpisce con un altro fulmine. Sogno di raccontarla. Allergico ai luoghi comuni, antipatizzante del "mainagioia". Un giorno, abbronzato da fare schifo, entro all’Ansa da stagista. Il colorito svanisce, la passione per la scrittura si intensifica. Girovago fra decine di redazioni più o meno importanti, fra mille peripezie e altrettanti contratti. Fino ad approdare nel porto dove si incrociano i miei due mari preferiti, di giornalista e di tifoso: "Il Romanista".

Calciomercato, la Roma pensa a Barella per sostituire De Rossi

I giallorossi da tempo corteggiano il centrocampista del Cagliari, potrebbe essere lui l'erede del Capitano che domenica saluta tutti contro il Parma

-


Verso l'addio di De Rossi: sventola per sempre qui l'ultima bandiera

Si avvicina il giorno dell'ultima con la Roma. Il dissenso verso la scelta resta, l’inquietudine anche. Ma lui merita la cornice migliore: i nostri colori ovunque

-


Addio De Rossi: la cerimonia è top secret, in dubbio la presenza di Pallotta

Ancora non emergono dettagli sull'appuntamento dell'Olimpico. Lo stadio sarà pieno come per Totti e sarà lui a premiare Daniele domenica

-


La rabbia e l’amore

L'addio di De Rossi alla Roma è un evento senza senso. Innaturale. Come una madre che abbandona il proprio figlio

-


Sassuolo-Roma, le pagelle: Florenzi gagliardo, ma tanti rimpianti

Sul campo del suo grave infortunio l’esterno è fra i più attivi e ci prova fino alla fine. Mirante, un intervento ma decisivo. Grinta Cristante, Zaniolo non pervenuto

-


De Rossi-Roma, un addio ai confini della lealtà: il retroscena

Il teatro dell’assurdo che va in scena dall’inizio della settimana a Trigoria e dintorni si arricchisce di un nuovo atto

-


Addio a De Rossi: quel pasticciaccio brutto di Trigoria

Tempesta. La rottura fra club e numero 16 consumata venerdì scorso. Martedì abbracci e lacrime con Totti al centro sportivo Bernardini. DDR: «Indietro non si torna»

-


Dopo la Roma, il futuro di De Rossi è ancora nebuloso: c'è l'ipotesi MLS

Vederlo con una maglia diversa da quella giallorossa è stata un’immagine impossibile da ipotizzare per 25 anni. Ora il campionato americano potrebbe essere una soluzione

-


Roma-Juventus, le pagelle: Mirante decisivo, Florenzi uomo partita

Il portiere compie due grandi interventi nel primo tempo. Nzonzi si veste da De Rossi, con Ranieri si torna Faziosi. Ünder entra e mette il turbo ai giallorossi

-


Verso Roma-Juventus, Kolarov infaticabile: la fascia sinistra sarà ancora sua

L’esterno onnipresente: in stagione ha giocato più di tutti. Soltanto cinque le gare non disputate, tutte per cause di forza maggiore. Contro i bianconeri sarà titolare

-


Roma-Juventus, Ranieri ritrova De Rossi e Florenzi

Il Capitano torna dopo l'infortunio contro l'Udinese, il terzino era uscito infortunato dalla sfida con il Genoa ma rientra in gruppo e all'Olimpico ci sarà

-


Roma-Juventus, 8 febbraio 2004: Totti e Cassano asfaltano i bianconeri

15 anni fa all'Olimpico i giallorossi stendono gli uomini di Lippi. Finisce 4-0, apre Dacourt. Pelizzoli para un rigore a Trezeguet e il 10 li zittisce

-


Roma, da Di Francesco a Ranieri: una stagione dietro le quinte

I giallorossi non sono mai rientrati tra le prime quattro nell'arco di tutta la stagione, una dato che non si verificava dal 2013: speranze Champions ridotte al minimo

-


Obbligo e verità: Champions lontana, ma non gettate la spugna

Il pareggio di Genova ha complicato e non di poco l’obiettivo minimo della Roma. Ma il dovere è di crederci fino in fondo e conquistare il massimo dei punti

-


Genoa-Roma, le pagelle: Florenzi si danna su tutta la fascia, in cinque insufficienti

Il numero 24 è uno dei pochi a trovare la strada per far male ai rossoblù creando diverse occasioni. Male Manolas, Cristante, Zaniolo, Pellegrini e Schick

-


Signorini, dall'esordio in Serie A con la Roma all'amore genoano

Nella Capitale fa il debutto che conta, ma è al Grifone che si lega a doppio filo: scoglio, bagnoli, l’addio, poi quelle lacrime del Ferraris nel 2001

-


Capitano a Marassi, Florenzi è l'anti Genoa: i precedenti

Alessandro spesso decisivo coi rossoblù: ha vinto 7 sfide su 9. Alcuni dei suoi colpi migliori contro i grifoni. E quelle panchine tenute in vita...

-


Ranieri e lo scanso di equivoci

Giù al Nord, zona Formello, quel «così è stato» del tecnico in conferenza, semplice constatazione di fatti antichi e consolidati dal tempo, è rimasto legato al dito

-


Il paradosso, quando il miglior attacco è la difesa

Un quarto dei gol dal reparto arretrato Fazio il centrale più prolifico del campionato con 5 reti Le altre 15 sono divise fra cinque giocatori: Kolarov su tutti

-


De Rossi punta il Genoa, rientrano Zaniolo e Cristante: centrocampo abbondante

Le ultime in vista della gara di Marassi: il capitano vuole tornare. Si rivedono anche il numero 22 e il centrocampista ex Atalanta

-


Ranieri vuol dire fiducia

L'arrivo del tecnico una marcia in più: a piccoli passi, senza squilli di tromba iniziali o particolari rivoluzioni. Semplicemente restituendo tranquillità

-


Roma-Cagliari, le pagelle: Pastore sorprendente, El Shaarawy un missile

Florenzi sulla fascia destra forma una coppia tutto pepe con Kluivert. Pellegrini stantuffo inesauribile, il Faraone continua nel suo momento magico, Fazio rinato

-


Totti è infinito: c'era una volta, c'è adesso e ci sarà sempre

La leggenda giallorossa ha chiuso la carriera agonistica ormai quasi due anni fa nella partita contro il Genoa, eppure il suo nome travalica i limiti temporali

-


Loro sono leggenda: Roma-Cagliari è anche nel nome di Totti e Riva

I fuoriclasse più amati rappresentano l’identità dei rispettivi popoli. Nessuno è riuscito a creare un rapporto tanto simbiotico come quello fra loro e le 2 maglie

-


Fazio di nuovo Comandante: la rinascita grazie a Ranieri

Leader: Federico è tornato ai livelli abituali. Nelle ultime gare disputate è risultato sempre fra i migliori. E al Cagliari ha segnato l’anno scorso

-


Julio Sergio: "Ranieri è l'uomo giusto per centrare la Champions"

L'ex portiere giallorosso a Il Romanista: "Anche dieci anni fa Claudio ci rigenerò con il suo carattere tranquillo. E poi ha i romanisti accanto: unici"

-


Il bacio di Guida e il Var morto

Contro l'Inter, Roma penalizzata sia all'andata, sia al ritorno: ma sono tanti gli episodi in cui il Var ci ha girato le spalle

-


La Roma è viva e lotta insieme a noi

Considerando dove ci trovavamo poco più di un mese fa l'attuale posizione in classifica è quasi un miracolo. La resurrezione non è ancora arrivata ma i segnali ci sono

-


Inter-Roma, le pagelle: El Shaarawy ancora il migliore, Zaniolo entra male

Il Faraone, con il gol di San Siro, arriva in doppia cifra e si conferma bomber giallorosso. Ottima prova anche di Nzonzi che non fa rimpiangere De Rossi

-


totti francesco cagnucci

Con questo amore qui