Nonostante la brutta sconfitta per 3-0, la notte del Bernabeu è stata, e rimarrà comunque, una giornata indimenticabile per Nicolò Zaniolo. Arrivato alla Roma nell'ambito dell'operazione che ha portato Radja Nainggolan all'Inter, è stato convocato dal Ct della Nazionale Roberto Mancini per le prime due gare dell'Italia nella Uefa Nations League, e ha fatto ieri il suo esordio assoluto con la maglia della Roma in Champions League, nella casa del Real Madrid, prima di aver giocato in campionato (così come accadde per Daniele De Rossi e Cristiano Ronaldo).

L'ultima gara disputata tra i professionisti da Zaniolo, avveniva precisamente 494 giorni prima, in un contesto però totalmente diverso.

13/05/2017, la Virtus Entella va a Novara a giocarsi le sue ultime possibilità di rientrare nei play off che decideranno la terza squadra che salirà nella Serie A 2017/18. Il talento scuola Fiorentina, entrato in quel momento della stagione in pianta stabile nella rosa della squadra ligure, viene schierato dal primo minuto nel tridente d'attacco come esterno alto a destra. A comporre l'attacco insieme a lui ci sono Davide Diaw (punta centrale) e Andrea Catellani. 

Per la squadra dell'allenatore Gianpaolo Castorina e per Nicolo Zaniolo, la gara non va bene. È infatti il Novara ad avere la meglio vincendo 2-0 grazie ai gol di Gianluca Sansone e Andrea Orlandi, che mettono così fine al sogno Serie A per l'Entella e per Nicolò Zaniolo, che viene sostituito al 58' per fare posto a Luca Tremolada.