Prosegue il nostro cammino nel 2021 giallorosso. Dopo la vittoria con l'Empoli la Roma sembra in costante crescita ma in realtà tra la sosta di ottobre e quella di novembre il nuovo corso di Mourinho conosce un brusco stop. Il crocevia in negativo della stagione è la sconfitta di Bodo. Una disfatta che lascerà molti strascichi e che verrà metabolizzata a fatica dall'ambiente. La situazione non migliora nel breve termine e a Venezia, complice anche un'altra decisione arbitrale "ambigua" (eufemismo), i giallorossi perdono ancora. Da metà novembre però c'è un cambio di rotta, non netto e deciso ma graduale e costante. Fino alla clamorosa vittoria di Bergamo. Un successo insperato che rende ancora meno digeribile il pareggio pre-natalizio con la Sampdoria, contro la quale abbiamo aperto e chiuso l'anno. Ma il ciclo Mou è appena iniziato e il meglio deve ancora venire. Sarà il 2022 a mostrarcelo? 

La cronistoria

17 ottobre, Serie A: Juventus Roma 1-0 Strane le regole che dominano all'Allianz Stadium. Andiamo sotto, pareggiamo, ma Orsato vede un fallo in precedenza e ci assegna il rigore. Veretout lo sbaglia.

21 ottobre, Conference League: Bodo/Glimt Roma 6-1 No comment.

24 ottobre, Serie A: Roma Napoli 0-0 La reazione c'è, i partenopei si fermano dopo 8 vittorie consecutive.

27 ottobre, Serie A: Cagliari Roma 1-2 Punizione del capitano e tre punti. Avanti.

31 ottobre, Serie A: Roma Milan 1-2 Rigore inesistente per loro, due rigori molto dubbi non dati a noi nel finale. E' il replay della partita dello scorso anno: Maresca's Endgame.

4 novembre, Conference League: Roma Bodo/Glimt 2-2 Dovevamo vincere, non lo facciamo. Per lo meno non perdiamo e resta possibile il primo posto.

7 novembre, Serie A: Venezia Roma 3-2 Ci si aspettava una reazione dopo le delusioni europee, non arriva. Anzi perdiamo. Ma le regole che valgono per gli altri non valgono per noi: stessa situazione del rigore di Pellegrini col Milan. Questa volta sanzionata l'entrata di Cristante.

21 novembre, Serie A: Genoa Roma 0-2 Mourinho scopre un nuovo talento: "Afenomeno"!

25 novembre, Conference League: Roma Zorya 4-0 Risultato doveroso.

28 novembre, Serie A: Roma Torino 1-0 Segna Tammy e s'abbracciamo.

1 dicembre, Serie A: Bologna Roma 1-0 Svanberg segna un gran gol, noi non giochiamo bene.

4 novembre, Serie A: Roma Inter 0-3 Non creiamo nulla, ma quello che accade sugli spalti è qualcosa di veramente speciale.

9 dicembre, Conference League: Sofia Roma 2-3 Daje de tacco Borja. Nel finale rischiamo, ma va bene così. Dall'Ucraina notizie ottime: "Godo"!

13 dicembre, Serie A: Roma Spezia 2-0 Vittoria importante che da continuità.

18 dicembre, Serie A: Atalanta Roma 1-4 E' una grande vittoria. Gioia particolare per Smalling, tornato vero leader della difesa, e per Zaniolo, tornato al gol in campionato.

22 dicembre, Serie A: Roma Sampdoria 1-1 Chiudere l'anno così non ci voleva. Ma fa parte del percorso. Peccato per il Natale parzialmente rovinato. 

31 dicembre: è l'ultima prima pagina dell'anno. Godetevela e forza Roma.