La Roma scende in campo contro il virus. Il club giallorosso ha deciso di donare diecimila mascherine a 30 scuole della Capitale per fronteggia la seconda ondata del Covid sulla scia di quanto fatto già durante la scorsa primavera. La distribuzione delle mascherine è iniziata nella mattinata di venerdì scorso ed è proseguita anche all'inizio di questa settimana. Oltre ai presidi sanitari, la busta consegnata agli alunni dallo mascotte Romolo e dallo staff di Roma Cares conteneva anche alcune indicazioni utili per contenere la diffusione del virus: 1) indossa sempre la mascherina; 2) lava spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o usa un gel a base alcoolica; 3) copri bocca e naso quando starnutisci o tossisci utilizzando un fazzoletto o la piega del gomito; 4) non toccarti occhi, naso e bocca con le mani; 5) evita contatti ravvicinati, mantenendo la distanza di almeno un metro; 6) evita le strette di mano e gli abbracci fino a quando questa emergenza non sarà finita; 7) se hai sintomi simili all'influenza non recati a scuola ma avvisa i tuoi genitori e il medico di famiglia.

A supporto dell'iniziativa anche i video messaggi di alcuni dei volti più familiari del club, soprattutto per i tifosi più giovani come Zaniolo: «Bisogna combattere e vincere questo virus. Per combatterlo Roma Cares metterà a disposizione fuori tutte le vostre scuole mascherine e indicazioni per proteggere voi e tutti i vostri cari. Restiamo uniti, in sicurezza e forza Roma». Gli fa eco Villar: «Sarei voluto venire di persona ma non è ancora il momento per stare insieme. Se saremo bravi ora, potremo farlo presto. Non vedo l'ora». A loro, negli ultimi giorni, si è aggiunto anche Pellegrini: «È un momento complicato per tutti noi e so che per voi è stato difficile tornare a scuola. Per questo è importante mantenere tutte le precauzioni per tenere sicuri voi, le vostre famiglie e i vostri amici».

La distribuzione si è conclusa ieri in una scuola elementare di San Basilio con un evento a cui ha partecipato anche la sindaca Raggi: «Ringrazio l'AS Roma e Roma Cares per aver messo in campo questa preziosa iniziativa. La consegna delle mascherine davanti alle scuole romane proseguirà. È anche attraverso iniziative di questo genere, molto apprezzate dai bambini, che si riesce a diffondere in modo efficace il messaggio di quanto sia importante rispettare le regole per evitare il diffondersi del contagio». Al suo fianco il Ceo Guido Fienga: «Una delle cose a cui teniamo di più è cercare di essere vicini alla popolazione e ai nostri tifosi in tutte le maniere, aiutando le persone a superare questo periodo particolarmente complicato usando la nostra capacità organizzativa, quella con cui proteggiamo noi stessi e la nostra squadra».