È partita col treno ieri pomeriggio la comitiva giallorossa e tornerà in pullman stanotte subito dopo la partita, prima del rompete le righe che non è stato ancora ufficialmente comunicato ma che si estenderà per diversi giorni, fino a dopo Natale. Il prossimo impegno in calendario è in programma domenica 5 gennaio contro il Torino all'Olimpico (20,45), poi il girone d'andata si chiuderà la settimana successiva con la Juventus, ancora in casa, ancora di sera (una costante, nel mese di gennaio). Dunque Fonseca lascerà qualche giorno di riposo ai suoi giocatori e tutti ne approfitteranno per trascorrere il Natale con i rispettivi famigliari. Prima però c'è da vincere una partita e non sarà un'impresa facile.

Per provarci, l'allenatore portoghese ha portato con sé 21 giocatori, recuperando all'ultimo Smalling e rinunciando però ancora a Kluivert, con l'ennesima smorfia di disapprovazione in conferenza stampa. 3 i portieri in elenco, 8 difensori, 5 centrocampisti (compreso Mkhtaryan), 5 attaccanti. In porta ci sarà come al solito Pau Lopez (Mirante ancora out, con Fuzato c'è Cardinali), in difesa a destra c'è ballottaggio tra Florenzi e Spinazzola, a sinistra confermatissimo Kolarov, in mezzo Mancini torna dopo la squalifica e sarà quasi certamente affiancato da Smalling, ieri regolarmente in campo con il gruppo (con Fazio pronto a sedersi in panchina).

A centrocampo, finché non si rivede Cristante nessuno discute Diawara e Veretout, Zaniolo partirà al solito da destra (contro la squadra che lo lasciò partire dalla Primavera), Perotti da sinistra (se vincerà il ballottaggio con l'armeno), in mezzo sarà Dzeko il terminale di riferimento con Pellegrini a muoversi alle sue spalle. Panchina per Cengiz e Kalinic e il giovane Antonucci.