Mai come in questa occasione, e sarà sempre così in futuro, conta solo vincere. Alle 21, nel posticipo della ventitreesima giornata di campionato, la Virtus va a Trapani per mettersi alle spalle la sconfitta interna con Capo d'Orlando, ma soprattutto per mantenere la vetta della classifica in attesa del grande appuntamento del 17 marzo a Rieti. Prima, però, c'è appunto da vincere, per non complicare ulteriormente la corsa a vincere il girone, che darebbe la promozione diretta in Serie A (per poi parteciparvi, naturalmente). La squadra di coach Parente, undicesima in classifica nel girone ovest, cercherà di continuare il trend positivo allungando la striscia di vittorie in campionato.

I principali marcatori della 2B Control sono l'americano Clarke (20.5 punti e 5 assist di media) e il centro Renzi (18.6 pts), altro grande supporto arriva dalla guardia Ayers (12.8 pts). Sotto le plance si fa sentire il supporto di Pullazi (10.3 pts e 8.5 rimbalzi) mentre la giovane guardia Miaschi dà il suo supporto con il tiro dall'arco (7.5 pts) seguito dal play di scorta Marulli (6.8 punti), l'ala grande Mollura e il centro Nwohuocha. A disposizione di coach Parente i giovani Czumbel, Basciano e Artioli.

Parla il coach

Queste le parole di Piero Bucchi alla vigilia del match: «Giovedì abbiamo ripreso gli allenamenti concentrandoci sin da subito sull'obiettivo Trapani lasciandoci alle spalle il match contro Capo d'Orlando. Trapani ha una squadra ottima: riescono a esprimersi ad ottimi livelli soprattutto sul loro campo. Sarà fondamentale arrivare lì concentrati e riuscire a mettere in campo tutto quello fatto in allenamento in questi giorni». Arbitreranno l'incontro i signori Marco Pierantozzi (Ascoli Piceno), Michele Centonza (Grottammare) e Mattia Eugenio Martellosio (Buccinasco).

La partita sarà trasmessa in diretta gratuita sulla piattaforma Lnp Tb, disponibile all'indirizzo http://tvpass.legapallacanestro.com: sarà necessario registrarsi ma senza alcun addebito.

Bene l'Eurobasket

Intanto l'Eurobasket ha battuto Bergamo 96-70. Venti assist di squadra, 49 rimbalzi e tanta voglia di portarla a casa già dai primi possessi, quelli che costringevano coach Dell'Agnello a un time-out quasi immediato. Un Jones ispiratissimo – chiuderà a 32 punti – e messo sempre nelle condizioni di prendere tiri ad alta percentuale. Il 43-27 dell'intervallo, gestito alla perfezione anche nei momenti migliori degli avversari, che si erano rifatti sotto fino al -11, con tutti gli interpreti messi in campo da Luciano Nunzi a lottare su ogni pallone, non ultimo quell'Eugenio Fanti – ma non è una novità – in dubbio fino all'ultimo per un attacco febbrile. E poi i primi tre punti di Simone Rocchi in A2.