Dopo quasi tre mesi, dei giovani in maglia giallorossa tornano a giocare gare ufficiali: in attesa di notizie che potrebbero anche non arrivare mai sulla ripresa dei campionati dall'Under 18 in giù, alle 15, a Ferrara (Centro Sportivo "Fabbri", diretta su Roma Tv e SportItalia), giocherà la Primavera. Il turno era iniziato già venerdì, con Ascoli-Sampdoria, la giornata si è giocata regolarmente, senza i rinvii causa Covid delle prime 6 giornate: ben 8 squadre hanno giocato solamente 4 partite, solamente la Lazio (che sabato ha perso 3-0 a Formello contro il Milan) le ha disputate tutte e 7. La Roma ne ha 6, più di tante altre, ma sarebbe prima in ogni caso, visto che è l'unica a punteggio pieno. Le prime vittorie erano arrivate con qualche difficoltà - tre 3-2 nelle prime tre giornate, faticando a battere anche l'Ascoli, che è ultimo a zero punti - poi la squadra giallorossa aveva ingranato, battendo 4-0 i campioni in carica dell'Atalanta (che giovedì si sono portati a casa la Supercoppa, 3-1 alla Fiorentina), stesso risultato con la Lazio, per chiudere con un 4-2 alla Juventus, forse la squadra più costosa e attrezzata del girone, il primo novembre, nell'ultima gara prima della sospensione. Non sarà facile portare avanti la serie, perché l'avversario di oggi è decisamente ostico: la Spal non ha ancora perso in questo campionato, due vittorie (tra cui un clamoroso 2-1 all'Inter, che a Ferrara aveva girato il mediano Attys e il terzino brasiliano Alcides Dias, che nella rosa nerazzurra sarebbero state terze scelte) e due pareggi. Come gli era già capitato quando trovò la Fiorentina di Aquilani, Alberto De Rossi si troverà a sfidare un suo ex giocatore: sulla panchina della Spal, dopo gli ottimi risultati con Palermo e Trapani, c'è Giuseppe Scurto, campione d'Italia con la Roma Primavera nel 2004-05 (era uno dei due fuoriquota: l'altro era Daniele Corvia), anno in cui debuttò con Delneri, arrivando a 16 presenze tra Champions League, campionato e Coppa Italia. Ha un piccolo vantaggio sul suo vecchio allenatore: ha già giocato una gara ufficiale dopo la sosta, maltrattando il Frosinone in Coppa Italia, 5-0 in Ciociaria, martedì scorso.

Movimenti di mercato

E rispetto a quella squadra Scurto, oltre a recuperare Zanchetta, tornato dallo stage con l'Italia Under 19 (c'erano anche Tripi, Milanese e Ciervo) avrà due rinforzi in più: il difensore centrale danese Obbekjaer, dall'Odense, e l'attaccante esterno Carrà, dall'Atalanta. L'ex nerazzurro non era la prima scelta, per il ruolo di ala destra: la Spal si era rivolta alla Roma (da cui in estate si era fatta dare il terzino sinistro Suffer, classe 2002), chiedendo Mory Bamba. Ma l'ivoriano, che a sorpresa aveva debuttato in prima squadra nell'ultima del girone di Europa League, non è voluto andare, con tutto che nella Primavera, quest'anno, ha giocato solamente due spezzoni. Ne aveva fatti quattro (saltando le prime due) Luca Chierico, che però ha fatto una scelta diversa, lasciando la Roma a titolo definitivo per firmare col Genoa (che lo potrebbe prestare in B). Al suo posto Alberto De Rossi ha convocato il 2004 Vetkal, mediano arrivato in estate dal Kalev Tallin, con cui nella scorsa stagione giocava nella serie A estone. Ci sono anche tutti i giocatori che erano andati in panchina con Fonseca sabato contro lo Spezia, dal centravanti senegalese Tall, che si è scaldato a lungo, insieme a Diawara, sfiorando l'esordio alla prima convocazione coi grandi, fino agli esterni Podgoreanu e Providence, al centrocampista Darboe e al centrale difensivo Feratovic. Partiranno tutti dal primo minuto, con Milanese e Zalewski sulla trequarti, e Tripi a completare la mediana. «Era un momento che aspettavamo tutti - ha dichiarato De Rossi a Roma Tv - un ritorno alla normalità. E speriamo che sia un buon inizio, un po' per tutti. Quest'anno siamo stati aiutati molto dalla prima squadra: l'attenzione è rimasta viva per le continue convocazioni, anche per gli allenamenti, durante la settimana».