Vittoria in goleada per la Roma Under 17, che dopo il 4-2 contro il Perugia chiude sul 5-2 la trasferta di Cosenza, cancellando il doppio pareggio 1-1 con Crotone e Ascoli della prima metà di febbraio. C'erano 25 punti a inizio partita tra la Roma, capolista a quota 47, con 15 vittorie in 18 partite, e il Cosenza, quintultimo a 22 punti, e battuto 4-0 a Trigoria all'andata, la gara si è subito messa bene, con l'autogol di Mereu che ha portato avanti i giallorossi già al terzo minuto. Piccareta è ancora privo degli infortunati Satriano e Voelkerling Persson, Tueto ha lasciato i giallorossi già da qualche settimana, l'unico centravanti a disposizione (oltre al 2004 Giuseppe Simone, rimasto in panchina) è l'estone Oliver Jurgens, ingaggiato a gennaio dal Verona: quella di Cosenza è la sua quarta partita in giallorosso, la terza da titolare dopo l'esordio dalla panchina sul campo del Frosinone.

E il numero 9, un brevilineo tecnico e intelligente, ieri ha piazzato altri due gol, dopo le doppietta di domenica scorsa col Perugia, passata un po' in secondo piano per l'eccellente esordio dell'italo-australiano Volpato. Che quel giorno aveva giocato trequartista, mentre ieri è stato provato sulla mediana, in coppia con Scandurra: al 13' della ripresa ha lasciato il campo a Bruno. Sul 2-0 per la Roma il Cosenza ha accorciato le distanze con il numero 9 Alessandro Arioli, che fino al 2017 giocava a Trigoria, con i ragazzi che ha sfidato ieri (non è l'unico: nel Cosenza c'è anche Diego Compagnone, pure lui alla Roma fino al 2017, arrivato in estate dalla Sambenedettese). Ancora Arioli ha accorciato col 2-3 al 18' della ripresa, la Roma le ha ristabilite con Cassano e Scandurra, sfruttano anche la superiorità numerica per il doppio giallo a Duli.