Alla conferenza stampa di presentazione di Kolarov era presente anche il ds della Roma Monchi. Inevitabili, per lui, le domande sul mercato e in particolare sulla vicenda Mahrez. Queste le dichiarazioni del dirigente giallorosso:

Prima della partenza per la Spagna si era augurato di vedere dei passi avanti della squadra: ieri che riscontri ha avuto?
"Credo che stiamo avanzando: delle quattro amichevoli che abbiamo giocato, quella di ieri è quella che mi ha lasciato le sensazioni migliori, che mi fa essere soddisfatto in termini di rendimento. C'è ancora da migliorare, ma mi sembra che ci stiamo avvicinando a quell'idea di calcio che il mister chiede. Siamo consapevoli che c'è ancora da migliorare, ma sono soddisfatto".

Che cosa pensa che possa dare Kolarov alla squadra sotto l'aspetto tecnico, tattico e di personalità?
"L'accordo è stato rapido, perché credo che Aleksandar avesse saputo del forte interesse che avevamo nei suoi confronti e noi abbiamo percepito la stessa voglia da parte sua. Su quello che lui potrà dare alla squadra, credo che non ci sia risposta della partita di ieri: abilità, forte, impegno, rendimento. La partita di ieri è il miglior esempio".

Ci risulta che farete un'altra offerta per Mahrez: è così?
"Ho detto nell'ultima conferenza stampa con Defrel che la Roma era arrivata ad un punto che riteneva giusto, con quella che è l'offerta più importante della storia della Roma, superiore ai 30 milioni di euro. La Roma non farà altre offerte: abbiamo fatto un'offerta importante, seguendo i giusti passi, professionali e onesti, parlando con il Leicester, e la decisione è loro. Ora aspettiamo una risposta, ci sono altre possibilità sulle quali stiamo lavorando, ma siamo sereni: la rosa è completa al 90%".

Non considera rischioso iniziare la stagione con la difesa così com'è? Non è un po' corta la rosa in questo momento?
"Per quanto riguarda la fascia destra, Karsdorp si sta allenando con la squadra, e presto sarà pronto. Comunque il rendimento di Bruno Peres in queste gare è stato buono. Per quanto riguarda il terzino sinistro, oltre a Kolarov, ci sono anche Hector Moreno e Juan Jesus, che hanno ricoperto quel ruolo, per cui non possiamo prenderne altri. Per quanto riguarda il resto della difesa, abbiamo tutti gli elementi per iniziare al meglio il campionato. Comunque abbiamo già detto che dopo queste due amichevoli in Spagna con il mister avremmo fatto il punto della situazione per ogni singolo reparto, valutando eventuali altre operazioni. In ogni caso sono soddisfatto della prestazione di ieri".

E' preoccupato da questi prezzi esagerati?
"Già l'ho detto l'ultima volta, evidentemente c'è una dinamica che non sappiamo dove andrà a finire. Mi preoccupa a livello generale che il calcio possa sopportare questa inflazione che c'è al giorno d'oggi. Abbiamo una gallina dalle uova d'oro, speriamo di non ucciderla".

Continuano a rincorrersi voci sulla Juve interessata a Strootman: è stata presentata un'offerta dai bianconeri?
"No. Già l'ho detto: non abbiamo nessun interesse a parlare né con la Juve, né con altre squadre per Kevin. Non ci sono passi ulteriori".