Bene, non benissimo, ma quanto basta. La Roma Femminile batte 2-0 la San Marino Academy e ottiene il secondo successo consecutivo in campionato, la miglior cosa per arrivare alla lunga (anche troppo) pausa per le nazionali. Indubbiamente buono è il primo tempo delle giallorosse, concentrate e in controllo sin dall'inizio della sfida. Con Bartoli ancora out (sfrutterà la pausa per tornare ad allenarsi a pieno regime con il gruppo), c'è Erzen sulla destra e insieme a Thomas riesce a mettere in grossa difficoltà la difesa avversaria. Proprio da quel lato arriva il vantaggio romanista: Bernauer ruba palla sulla trequarti e allarga per Thomas. La francese pesca Serturini al centro che mette il tap-in vincente e sigla l'ottava firma in campionato raggiungendo Lazaro (ieri in tribuna per squalifica).

Al posto della spagnola al centro dell'attacco c'è Banusic alla prima da titolare: la numero nove si rende pericolosa due volte ma deve ancora limare le sue caratteristiche con le necessità del 4-2-3-1 di Bavagnoli. Nel corso di tutti i 45' la Roma concede poco e arriva spesso a concludere in porta, trovando pronta un'ottima Ciccioli. San Marino è arrivata al Tre Fontane con la voglia di raccogliere punti-salvezza e nella ripresa cerca di rialzare la testa. Le giallorosse sono meno precise e determinate: riescono a non esporsi a grossi rischi ma la squadra guidata da Vagnini è più in partita. Da segnalare una buona prova di serena Landa che, in prestito proprio dalla Roma, più volte si abbassa sulla fascia destra per ricevere palla e costruire con le compagne. È una squadra che pecca di poca incisività nel terzo finale del campo, ma merita la permanenza in Serie A.

«Più su, più su!» urla capitan Bartoli, come sempre dentro alla partita anche dalla tribuna. È Serturini la prima a rispondere alla sua chiamata con un ottimo cross da sinistra: di testa arriva Giugliano che però colpisce in pieno Ciccioli. Il portiere del San Marino nega poi ancora alla numero 15 la doppietta, mettendo in angolo un suo destro a giro sul palo lontano. Al 94' nell'area di rigore della Roma c'è un contatto molto sospetto ma l'arbitro non fischia il penalty. Con le avversarie scoperte le giallorosse ripartono e Severini serve Bonfantini che non sbaglia e mette in porta il 2-0, per la prima gioia stagionale. Arrivano tre punti, senza brillare, ma il quarto posto resta al sicuro. Si tornerà in campo il 18 aprile contro la Fiorentina.