Fonseca deve avere la testa piena di dubbi di formazione nella settimana che porta a Roma-Juventus. Chi sarà il centravanti? Kumbulla è pronto per partire dal primo minuto? Chi giocherà sulla fascia destra?

L'allenamento di ieri non ha fornito grandi spunti visto che i calciatori che sono partiti titolari hanno svolto solo lavoro di scarico, con gli altri impegnati a lavorare sul campo. Tra loro anche Edin Dzeko, apparso sorridente accanto a Juan nelle immagini della seduta, che ancora non sa se domenica all'Olimpico giocherà e, se lo farà, con quale maglia.Il suo posto potrebbe essere occupato da Mkhitaryan o dall'eventuale sostituto.

Con loro anche Bruno Peres. Il brasiliano nei giorni scorsi è riuscito a liberarsi del Covid e ha ripreso gli allenamenti con il resto del gruppo. Una settimana di allenamenti potrebbe convincere Fonseca a puntare su di lui per la sfida di domenica. E Karsdorp? L'olandese era uscito acciaccato dalla gara di sabato contro il Verona. Alla fine si trattava solo di crampi ma la sua tenuta fisica è sempre a rischio. Possibile che i due si diano il cambio nel corso della gara.

Una settimana di allenamenti in più potrebbe giovare anche al nuovo arrivato Kumbulla. Con il Verona era «troppo presto», per dirlo con Fonseca, ma con la Juventus potrebbe essere giunto il suo momento. Si sposterà al centro della difesa con Mancini e Ibanez. In questo modo libera Cristante che potrebbe tornare a centrocampo accanto a Veretout, prendendo il posto di Diawara (protagonista del "caso lista").

Pochi dubbi invece sui chi sarà il portiere. Fonseca, dopo diverse consultazioni con Savorani, ha scelto il suo titolare. La fiducia è andata su Antonio Mirante per l'esordio con il Verona e difficilmente cambierà il suo giudizio in una partita così delicata come quella contro la Juventus.