Il portiere della Roma, Alisson Becker, è intervenuto in un'intervista ai microfoni di Premium Sport. Queste le sue parole:

Sulla stagione della Roma.
"Abbiamo lavorato tanto e fatto una bella stagione, ma la realtà è che non abbiamo vinto. Siamo arrivati in semifinale di Champions, siamo arrivati al terzo posto per la classifica della Champions, però non abbiamo vinto niente, che era quello che volevamo dal primo giorno di questa stagione. Non abbiamo fatto il 100%, dobbiamo fare di più il prossimo anno per fare una Roma più vincente e per portare a casa un trofeo".

Sul Mondiale.
"Dio sa cosa succederà. Vivo ogni momento con intensità ed è quello che ho fatto dal primo minuto che sono entrato a Trigoria. Ho lasciato tutto dentro al campo, sia all'Olimpico sia in trasferta. Voglio fare la stessa cosa nel Mondiale".

Quale sarà il tuo futuro?
"Sono felice qui a Roma e il mio pensiero è rivolto al Mondiale e a fare bene lì. Quello che succederà dopo, succederà dopo".

Di Francesco ti ha reso insostituibile.
"Il nostro modo di giocare è un modo che mi fa venire la voglia di aiutare la squadra e di essere preciso al 100% perché se non lo sono mi ritrovo nella terra di nessuno. Da Eusebio ho imparato ad avere sempre il desiderio di vincere preparare bene la partita e lavorare duro in allenamento. Mi piace il pensiero rivolto sempre verso la partita. Quest'anno ho giocato tanto e mi fa molto piacere".