Gabriel Batistuta torna sulla vittoria dello scudetto con la Roma nel 2001. Nel corso di un'intervista rilasciata al canale Youtube ufficiale della Serie A in cui il Re Leone ha parlato della realizzazione di "Numero Nueve", il documentario sulla sua vita, Batistuta ha raccontato le emozioni della vittoria del campionato in giallorosso dopo tanti anni trascorsi a Firenze. Queste le sue dichiarazioni.

"Tutta la mia carriera è stata tesa a cercare di far vincere la Fiorentina. Non ci sono riuscito, però ho dato tutto. E quando ho capito di aver dato tutto ho deciso di cambiare e sono passato alla Roma. E ho vinto. Personalmente credo di essermelo meritato, ho fatto tanti sacrifici per arrivarci e mi meritavo di vincere, riuscire a diventare campione almeno una volta".

"Non seguo il calcio dalla parte del tifoso, guardo la partita e basta. Migliaia e migliaia di giocatori danno allegria alla gente però vengono dimenticati ed è triste. Io ho la fortuna che la gente ancora mi riconosce. L'affetto della gente dopo tanti anni è una carezza al cuore, perché dà un senso a tutto quello che hai fatto e lasciato".