Il 2 giugno andrà in scena "La notte dei re", una partita in 6 contro 6 che si giocherà allo Stadio del Tennis del Foro Italico e che vedrà affrontarsi due squadre capitanate da due grandi ex calciatori: Francesco Totti e Luis Figo. L'evento, oltre a offrire un grande spettacolo all'ombra dell'Olimpico ai tifosi che si doteranno di un biglietto (già in vendita su ticketone.it), permetterà di finanziare le attività dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù. Secondo quanto ha appreso Il Romanista, le squadre sono state così composte, con un gruppo formato dagli ex compagni di Roma e di Nazionale di Totti, e l'altro formato dagli ex colleghi di Figo al Real, all'Inter e in nazionale portoghese.

Le squadre complete

La squadra di Totti: Buffon, Cafu, Nesta, Pirlo, Toni, Cassano, De Rossi, Aldair, Candela, Borriello, Del Piero, Materazzi.

La squadra di Figo: Casillas, Zanetti, Cannavaro, Deco, Stankovic, Rui Costa, Ronaldo, Hierro, Eto'o, Carvalho, Cambiasso, Roberto Carlos. 

"L'elenco dei calciatori", fa sapere l'organizzazione dell'evento, "è in fase di definizione e potrà essere modificato. In ogni caso, i predetti ex calciatori hanno manifestato la loro disponibilità a partecipare all'evento. Tuttavia, alcuni di loro potrebbero essere impossibilitati a parteciparvi e, in tal caso, provvederemo a sostituirli con altri ex calciatori di fama equivalente". Spiccano, tra le presenze, anche alcuni giocatori ancora in attività come Daniele De Rossi, Gianluigi Buffon e Iker Casillas. Se la presenza in campo del numero 16 giallorosso andrà valutata anche e soprattutto in base alle sue condizioni fisiche (la Roma finirà il campionato una settimana prima), quella del portiere spagnolo è in forte dubbio: è infatti del tutto improbabile che, dopo l'infarto subito in allenamento, Casillas possa disputare una partita fra nemmeno un mese, essendo la sua stessa carriera a rischio. 

Le parole di Totti

«Sarà una serata emozionante», ha dichiarato Totti in occasione della presentazione dell'evento, «si tratta un evento nuovo e originale che ha come obiettivo quello di far divertire le persone che assisteranno al match. Insieme a me e Luis, uno dei giocatori più forti che abbia mai sfidato, ci saranno altri grandi calciatori nostri amici che vi sveleremo nelle prossime settimane. Mi auguro che ci sia il tutto esaurito perché questa partita nasce per sostenere l'Ospedale Bambino Gesù. Proprio per questo motivo l'ho voluta fortemente. L'intenzione è quella di ripetere l'evento anche nei prossimi due anni sfidando altre due leggende del calcio mondiale».