"Sono stato fortunato, ma ora sto meglio". Iker Casillas ha lasciato oggi l'ospedale. Il mondo del calcio si è allarmato quando, il primo maggio, il portiere del Porto ha accusato un infarto durante un allenamento con i suoi compagni. Ricoverato e operato d'urgenza, è stato presto dichiarato fuori pericolo.

Dopo alcuni giorni sotto osservazioni all'ospedale di Oporto, l'ex Real Madrid una volta dimesso ha potuto rilasciare alcune dichiarazioni. "Qualche giorno fa mi è capitata una cosa che potrebbe capitare a chiunque - ha detto ai cronisti presenti - è toccata a me ma ora siamo qui. Sono stato molto fortunato. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno dimostrato il loro affetto, è stato emozionante (tra questi, anche Francesco Totti). Ora dovrò riposare, non so se due settimane o due mesi, ma non importa, l'importante è essere qui".

Lo spagnolo ha ringraziato, visibilmente emozionato, tutti quelli che gli sono stati vicini tramite internet e i socia, ma anche la struttura ospedaliera e chi si è occupato di lui nel momento di maggiore difficoltà. "Abbiamo dovuto aspettare che il cuore e il corpo si calmassero dopo l'infarto, ma ora sto bene. Avrò tempo per rispondere alle migliaia e migliaia di messaggi che mi sono arrivati".

Avrà tempo, Casillas, anche per pensare a quello che sarà il suo futuro nel calcio. Dopo una carriera da vincente, non necessariamente giunta al termine, quello che conta ora è recuperare la salute, poi farà le sue valutazioni al momento più opportuno.