Il retroscena

Coppa mania, arriva anche il tatuaggio di Mourinho

Lo Special One e la coppa tra i tatuaggi più diffusi degli ultimi mesi, ma adesso lui stesso si è tatuato le coppe europee presso un noto tatoo romano

Mourinho esulta dopo la vittoria della Conference (As Roma via Getty Images)

Mourinho esulta dopo la vittoria della Conference (As Roma via Getty Images)

05 Luglio 2022 - 08:25

Dopo la serata di Tirana del 25 maggio scorso e la vittoria della Roma in Conference League il lavoro dei tatuatori è aumentato. Può sembrare una battuta ma non lo è, considerando i tanti appassionati del genere e allo stesso tempo tifosi della Roma che hanno voluto incidere per sempre sulla propria pelle chi il trofeo, chi il simbolo della Conference, chi la data e chi qualche giocatore o l'allenatore Mourinho che la alza o la bacia. Insomma, "sarà una lunga estate", è una frase che spopola sui social accostata alla vittoria di Tirana. E se proprio José decide di farsi un tatuaggio della coppa appena vinta con la Roma diventa una notizia. È quello che ha voluto fare lo Special One, con un tatuatore special. Stimato e conosciuto nella Capitale, Alberto Marzari è l'artista di fiducia di Daniele De Rossi e non solo (Riccardo Calafiori e Matteo Politano, Lucas Torreira tra gli altri sono passati sotto la sua penna).

"Vedovo" di Mou, si potrebbe simpaticamente dire di Marzari, come lo saranno tanti romanisti dopo che il tecnico, come accade nel calcio, lascerà Roma, come lo sono moltissimi (se non tutti) gli interisti dopo il triplete nel 2010. Interista doc, sul suo profilo Instagram posa spesso con la maglia e accanto a vecchie glorie del passato come Beccalossi, e tifoso "pazzo" di Mourinho, il noto tatuatore deve aver accolto davvero al settimo cielo Mourinho all'Eternal City Tatoo quando è rientrato nella Capitale dalle vacanze. Mou, che ha vinto tutte le coppe europee (primo allenatore ad aver vinto tutte e tre le competizioni attuali e unico a vincere tutte e cinque le coppe dell'Uefa nella storia), ha voluto celebrare i suoi successi per averli sempre con sé. Dopo aver appeso nel suo ufficio le fotografie dei tre trofei in ordine cronologico e averle postate su Instagram, dunque, non manca la curiosità di conoscere anche il suo nuovo tatuaggio.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma)

Un trend, quello dei tatuaggi legati al calcio, diffusissimo. Chissà quanti Mourinho avrà tatuato nell'ultimo anno a Roma, camuffato da imperatore o a bordo della sua Vespa Special a Trigoria. Marzari sul suo profilo ne sfoggia di davvero suggestivi: stemmi, effigi, addirittura azioni vere e proprie (la trattenuta di Chiellini a Saka negli ultimi Europei, per dirne una), ovviamente trofei, esultanze e quant'altro. Insomma, per dirla con Fellini, anche nei tatuaggi: nulla si sa, tutto si immagina. Bentornato José, bentornata anche a una coppa europea nella Capitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA