Dichiarazioni

Pellegrini: "Knutsen ha aggredito il nostro preparatore dei portieri"

Il Capitano: "Fatti così sono un insulto per tutti. Vogliamo mandare a casa il Bodø anche per come si comportano fuori dal campo. Saranno importanti i nostri tifosi"

Il Capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini (As Roma via Getty Images)

Il Capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini (As Roma via Getty Images)

La Redazione
07 Aprile 2022 - 22:18

Il Capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini, ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della sconfitta contro il Bodo/Glimt. Queste le sue parole: 

pellegrini a Sky Sport

La gara?
"Il rammarico è uscire da qui con il 2-1 per loro. La prossima settimana abbiamo questa partita importante. per noi era già una battaglia e poi ho avuto modo di vedere in questo momento un atto davvero sgradevole. Il loro allenatore ha aggredito il nostro preparatore dei portieri in maniera forte. Noi siamo venuti qui con tutto il rispetto, per loro e per la competizione. Fatti così sono un insulto per tutti, per la Roma, per noi e per la competizione. È una vergogna".

Il campo?
"La vergogna è che in una competizione come questa, si arrivi ai quarti di finale ed è impossibile capire dove rimbalza il pallone sul campo. Però non abbiamo scuse, ci riproveremo tra una settimana. Mi dispiace sono ancora scosso per quello che ho visto".

Come sta Mancini?
"Non la sa neanche lui, mi sembrava abbastanza preoccupato. Sapremo solo tra qualche giorno come sta".

Il tuo dodicesimo gol, è un record…
"Avrei preferito festeggiare il record con la vittoria. Però ora giochiamo il secondo tempo di questa partita a casa nostra, nel nostro stadio, con le nostre abitudini. Saranno importanti anche i nostri tifosi. Vogliamo mandare a casa il Bodø anche per come si comportano fuori dal campo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA