Il campionato di Serie A è ormai entrato nel vivo dell'azione con tutte le squadre della massima serie che hanno disputato più della metà delle partite a disposizione in stagione. Gli equilibri e le forze in campo vanno assestandosi giornata dopo giornata, sia nella parte bassa della classifica, dove si lotterà per non retrocedere in Serie B, sia in alto dove si decideranno, tra le varie, anche le squadre che prenderanno parte alla prossima Champions League. Se la Juventus resta la squadra da battere per la corsa Scudetto, almeno altre quattro squadre, tra cui la Roma, saranno in lotta per gli altri tre posti che garantiranno un posto nell'Europa che conta la prossima stagione, secondo quanto riportato dagli operatori del mercato delle scommesse.

Rispetto a dodici mesi fa è evidente il cambio di passo operato dalla squadra giallorossa in campo. Alla ventesima giornata del campionato di Serie A 2018/2019, infatti, erano 33 i punti conquistati dalla Roma (cinque in meno degli attuali 38), con la formazione allora allenata da Eusebio Di Francesco che stazionava quinta in classifica, ad un solo punto dal Milan quarto.

Eccezion fatta per l'ultimo campionato, la Roma, contando le ultime sei stagioni, è arrivata sul podio a fine anno ben cinque volte, segno evidente del valore del gruppo e dell'ottimo lavoro messo in piedi dalla dirigenza giallorossa negli ultimi anni. Per gli addetti ai lavori, saranno quasi certamente (e a meno di clamorose sorprese) Juventus, Inter e Lazio a portarsi a casa i primi tre biglietti validi per un posto nella prossima Champions League, con Roma e Atalanta a contendersi l'ultimo pass disponibile.

La corsa per un posto nella coppa dalle grandi orecchie non può non riguardare il Napoli, l'altra grande antagonista della Juventus nel recente passato, che quest'anno è scivolata molto in basso in classifica a causa di un rendimento pessimo in campionato (mentre in Europa gli azzurri sono riusciti ad arrivare agli ottavi di Champions League). I partenopei, che hanno salutato Carlo Ancelotti per accogliere Gennaro Gattuso in panchina, sono reduci da un periodo nerissimo in Serie A (quattro sconfitte negli ultimi cinque turni) ma in Coppa Italia hanno eliminato la Lazio ai quarti di finale. Si tratta di un segnale, seppur modesto, di una prima ripresa: se così fosse, il Napoli tornerebbe in pista per contendersi fino alla fine l'ultimo piazzamento valido per la Champions.

Tre vittorie nelle ultime tre gare, tra campionato e coppa, hanno rimesso in carreggiata anche il Milan che sembra essersi giovato del ritorno di Zlatan Ibrahimovic. Anche i rossoneri, per gli esperti, potrebbero rappresentare una minaccia per i giallorossi impegnati a conservare il quarto posto in classifica.

La Roma di Paulo Fonseca non dovrà più ripetere gli errori commessi nel corso dei due incontri casalinghi contro Torino e Juventus. In particolar modo contro i granata, Edin Dzeko e compagni sono apparsi scarichi dal punto di vista psicologico, fattore che si inevitabilmente riversato sulla qualità del gioco. Pur creando tante occasioni da gol, il reparto offensivo della Roma segna molto meno dell'Atalanta che tallona i giallorossi in classifica. Anche la differenza reti pende di gran lunga in favore degli orobici (che, però, hanno una delle medie gol più alte dei cinque campionati maggiori d'Europa).