Al termine di Roma-Milan finita con la vittoria dei giallorossi per 2-1 grazie alle reti di Dzeko e Zaniolo, Stefano Pioli, allenatore dei rossoneri ha parlato ai microfoni di Sky Sport:

Sulla gara
"Mi aspettavo di più dalla squadra. Penso che ci abbiamo messo del nostro per non vincere contro la Roma. Abbiamo fatto degli errori troppo importanti per essere il Milan. Dovevamo essere più mobili con la palla e creare più situazioni pericolose, non abbiamo rischiato tanto. Stiamo pagando a caro prezzo degli errori a cui dobbiamo rimediare il prima possibile".

Ci sono stati molti errori in fase di possesso
"Quello è stato l'errore più evidente, sapevamo che avevamo certe linee di passaggio e altre no. Abbiamo sbagliato dei passaggi facili e sulle palle inattive lasciavamo troppo alla Roma. C'è da migliorare tanto, rispetto a domenica abbiamo fatto un passo indietro, dobbiamo lavorare".

Il centrocampo è sembrato un po' mono-passo
"Era difficile giocare e saremmo dovuti andare in profondità. Adesso è inutile parlare del singolo o dell'unico reparto, dobbiamo migliorare in tante cose, sulla concentrazione ad esempio. Si poteva portare la partita sulla parità. Siamo andati sotto per un errore evidente ed è stato difficile, abbiamo avuto anche la generosità e voglia di provarci fino alla fine.

Sulle scelte
"Non penso sia mancata la cattiveria agonistica o la decisione, abbiamo sbagliato troppe scelte. Quando giochi con avversari del tuo valore devi fare una partita a livello tecnico migliore di quella che abbiamo fatto. C'era la profondità, ma dopo aver pareggiato dovevamo gestirla meglio. Abbiamo preso la rete quando non c'era pressione da parte della squadra. La Roma è stata brava a ripartire bene e chiudersi bene, poi è stato difficile per noi".

Perché pensavi l'attacco fosse più pericoloso?
"Credo che le qualità per essere più pericolosi rispetto a stasera ci siano. Potremmo avere più possesso palla. In queste partite così complicate e difficili bisogna essere più determinati, il risultato è appeso ad un filo. Non credo che non siamo stati coraggiosi. Quando potevamo dare un'inerzia positiva abbiamo subito gol in una situazione che dovevamo sfruttare in maniera diversa".

Quale sarà il ruolo di Piatek?
"La mia idea è quella di sfruttare il massimo dei giocatori e di farli rendere al meglio. Ho avuto solo 10 giorni di lavoro e ho preferito fare meno modifiche possibili. Ci sarà spazio per tutti i giocatori che mi dimostreranno di avere la voglia e la qualità per andare in campo".

Tra poco ci sarà Fiorentina-Lazio, la guarderai?
"Non penso, sarò in aereo".