Il Sindaco della Città di Nettuno Alessandro Coppola ha inaugurato il Museo virtuale del Baseball Italiano realizzato dall'Associazione Il Bar del Baseball. L'evento si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Nettuno con ospite d'eccezione il Campione del Mondo 1982 Bruno Conti. Il Sindaco Coppola ha colto l'occasione per annunciare l'intenzione dell'Amministrazione di aprire a Nettuno la sede fisica del museo nazionale del Baseball. "Sono orgogliosamente di Nettuno e il baseball ce l'ho nel dna - ha dichiarato il Sindaco Alessandro Coppola - non c'è città più idonea per far nascere un'iniziativa del genere. Sostengo fortemente tutte le iniziative che contribuiscono a fare grande la nostra città. Questo evento è un fiore all'occhiello per Nettuno, un patrimonio da valorizzare e custodire e tutte le realtà del territorio dovrebbero lavorare per questo. Questo per il momento è un museo virtuale, ma l'intenzione di questa amministrazione è dargli una sede reale per ospitare questi cimeli. Nettuno deve essere il punto di riferimento per il baseball nella nostra Nazione".

@Valerio Cosmi

"Ho visto quale sia la produzione di contenuti sul web del Bar del Baseball e sono rimasto sbalordito - ha dichiarato il Vicesindaco Alessandro Mauro - Quasi 16mila persone hanno scelto di seguire la strada de "Il Bar del Baseball" e questo fatto è la prova del loro valore. Sono orgoglioso che il nome di Nettuno venga esportato in ogni parte del mondo, grazie al loro lavoro. Sicuramente, da oggi, li vedrò con altri occhi e seguirò con particolare interesse la loro missione".

Una foto d'archivio di Bruno Conti mentre gioca a baseball @Valerio Cosmi

Nel corso della presentazione del Museo virtuale del Baseball hanno raccontato i loro aneddoti e loro storie alcuni tra i più importanti giocatori della storia italiana e anche Bruno Conti ha raccontato la sua esperienza. "Sono onorato di essere qui per presentare questo progetto - ha detto Bruno Conti - queste persone che mi sono attorno per me sono dei miti. Ho vissuto la mia vita tra calcio e baseball. D'estate giocavo a baseball e d'inverno giocavo a calcio. Ero un buon lanciatore e ammiravo Alfredo Lauri da cui imparavo tutto. Ricordo quel giorno che Alberto De Carolis venne a casa mia e prospettò a mio padre la possibilità di andare in America per giocare a baseball. Ero troppo piccolo e non feci mai quel viaggio, ma il baseball è parte di me tanto quanto il calcio".

@Valerio Cosmi

Un ultimo passaggio del Sindaco, dopo gli interventi di grandi giocatori e dirigenti del passato come Giampiero Faraone, evidentemente commosso, Giorgio Costantini, Ruggero Bagialemani, Massimo Fochi, Bruno Laurenzi, Fernando Ricci e Alberto De Carolis. Proprio l'ex dirigente del Nettuno Bc ha esortato l'Amministrazione ad intervenire sulla questione baseball, movimento profondamente diviso a livello cittadino, auspicando la creazione di un'unica squadra seniores. "E' anche il mio sogno vedere una squadra unica a Nettuno - ha risposto il Sindaco Alessandro Coppola - Quest'anno mi sono umiliato, non come Sindaco, ma come uomo per riuscire a mettere insieme i cocci. Non mi importa e l'ho già dimenticato. Io vi prometto che ci riproverò con tutte le mie forze e sono certo di riuscirci".