La semplicità dell'attacco verticale nella sofistica interpretazione romanista:

1 Su uno scarico di una palla riconquistata, Mirante indirizza il suo rinvio lungo verso Dzeko (accade così nel 90% dei lanci, non c'è niente di casuale) che dal canto suo prima è bravo a non farsi trovare in fuorigioco e poi predisponendosi al contrasto aereo.

2 Vanno in due a saltare col bosniaco, mentre Pedro risale e punta la porta e Spinazzola prende campo.

Visualizza questo post su Instagram

La semplicità dell'attacco verticale nella sofistica interpretazione romanista 1 Su uno scarico di una palla riconquistata, Mirante indirizza il suo rinvio lungo verso Dzeko (accade così nel 90% dei lanci, non c'è niente di casuale) che dal canto suo prima è bravo a non farsi trovare in fuorigioco e poi predisponendosi al contrasto aereo 2 Vanno in due a saltare col bosniaco, mentre Pedro risale e punta la porta e Spinazzola prende campo 3 Con tutta la sua malizia da attaccante Dzeko fa passare la palla alle sue spalle, senza "spizzar la", ma impedendo agli avversari di respingerla. Così Spinazzola parte nel 2 vs 2 e cerca di servire Pedro davanti alla porta 4 L'assist viene intercettato da Caceres che però non riesce a rinviare e la palla resta lì: così Spinazzola ha il tempo di piazzare il suo piattone destro all'angolino, come fosse un rigore leggermente spostato verso sinistra ••• 🔍 #TatticaMente di Daniele Lo Monaco

Un post condiviso da Il Romanista (@ilromanistaweb) in data:

3 Con tutta la sua malizia da attaccante Dzeko fa passare la palla alle sue spalle, senza "spizzarla", ma impedendo agli avversari di respingerla. Così Spinazzola parte nel 2 vs 2 e cerca di servire Pedro davanti alla porta. 

4 L'assist viene intercettato da Caceres che però non riesce a rinviare e la palla resta lì: così Spinazzola ha il tempo di piazzare il suo piattone destro all'angolino, come fosse un rigore leggermente spostato verso sinistra.