Nella ricostruzione del primo gol del Milan bisogna partire dal riconoscimento della qualità dei rossoneri, sia per la rifinitura di Leao sia per il tempismo offensivo di Ibrahimovic

1 Quando il portoghese conduce il pallone sulla sinistra, la difesa romanista è in ripiegamento, ma ben schierata. Karsdorp sembra orientare l'avversario verso l'esterno, Ibra punta l'area dall'altra parte

2 Sul taglio interno del milanista, Karsdorp si fa mettere troppo facilmente fuori causa: Ibanez e Mancini si fermano per affrontare l'avversario, Ibra scivola alle spalle di Kumbulla

3 Quando Leao scucchiaia in area ci sono due valutazioni da fare: la prima è che Mirante sembra un po' troppo sotto la propria traversa, la seconda è che Kumbulla nell'attacco di Ibra perde il contatto con lui e si concentra troppo sul pallone

4 Così mentre la palla scavalca il romanista, lo svedese arriva con perfetto tempismo e lascia fuori anche il portiere, ormai in ritardo