Eurnova non ci sta. Questa mattina, dopo aver meditato un paio di giorni ed essersi consultata con i propri legali e quelli della CPI Property Group, ha inviato una Pec alla Roma e al Comune per tutelare le risorse pubbliche e private finora investite. Nella lettera inviata viene chiarito come l'impegno e il coinvolgimento della Roma sul progetto fosse palese e sancito negli accordi. Questa mossa probabilmente mette definitivamente fine all'ipotesi di realizzare l'impianto a Tor di Valle e dà inizio ad una battaglia legale tra le parti coinvolte.