Solo note positive per la Roma Primavera, nel turno infrasettimanale di mercoledì: i 3 gol presi si spiegano con l'emergenza assoluta in difesa (nessuno dei 4 titolari era titolare a inizio stagione, almeno in quel ruolo), ma la squadra ne ha segnati 5, lasciandosi alle spalle la sconfitta interna di sabato con l'Inter, che aveva fatto scivolare i giallorossi al quarto posto. Juventus e Inter hanno vinto, ma la Roma ha recuperato punti sulla Sampdoria, ex capolista, fermata in casa dal Sassuolo.

Parla il mister

«Dentro alla gara ci sono state tante cose - ha dichiarato Alberto De Rossi a Roma Tv - i ragazzi hanno risposto da adulti alle avversità che non sono mancate. La squadra mi è piaciuta, si è portata a casa una partita difficilissima. Ci stiamo allenando da tempo sui calci da fermo: ho abbandonato la difesa a uomo, ma dobbiamo agevolare la prestazione della squadra. Era da tempo che non arrivavano questi gol. In difesa c'è il rovescio della medaglia: chi manca è più esperto, ma i nuovi stanno facendo bene. Non siamo contenti degli infortuni, ma la situazione è diventata eccezionale grazie a loro». Chiusura su Tall: il centravanti senegalese è tornato titolare dopo aver saltato sei gare per scelta tecnica (al suo posto il ghanese Felix Afena-Gyan, di due anni più giovane, che mercoledì ha segnato da subentrato a metà ripresa) e ha risposto molto bene, firmando l'1-0 con una spettacolare sforbiciata, e il 2-1 a inizio ripresa. «Un vero professionista: è pronto per il prossimo anno a giocare con gli adulti. Si può star fuori, ma sono situazione che nel calcio ci sono: c'è chi non la prende bene e chi ne esce trionfante come ha fatto lui».

Tomassini

«C'è stata qualche sbavatura da parte nostra, che dobbiamo migliorare - spiega il terzino Tomassini, a Roma Tv - siamo pronti per le prossime, gli errori servono a migliorare. Ora c'è l'Empoli: partita difficile su un campo difficile, proveremo a vincere come sempre».