Continuano le riunioni a Trigoria, ma il quadro delle panchine del settore giovanile 2020-21 sembra ormai completo: manca qualche dettaglio solo sulle formazioni dei più piccoli, quelli che prima del cambio di denominazione (ora sono tutte under qualcosa) erano Esordienti e Pulcini. Per i grandi è tutto deciso, a partire dalla conferma di Alberto De Rossi: aveva il contratto in scadenza (teoricamente è ancora così, ma ormai manca solo l'annuncio), si parlava con insistenza di un incarico dirigenziale per lui, che invece rimarrà sulla panchina
che ottenne nel 2003, dopo aver portato gli Allievi Nazionali alla finale scudetto. Chissà che, in futuro non sia proprio il figlio Daniele a prendere il suo posto: per ora ha varie opzioni, tra cui quella, molto allettante, di entrare nello staff di Mancini in Nazionale, ma il filo con la Primavera (tutti i ragazzi andati ad allenarsi con la Roma dei grandi ricordano con entusiasmo come si prendesse cura di loro) non si è mai interrotto.

Per ora Alberto De Rossi nello staff ritroverà Alessandro Toti, suo vice dal 2009 al 2015: a gennaio aveva preso il posto di Mauro Fattori sulla panchina dell'Under 18. Che ora andrà ad Aniello Parisi: il Crotone, con cui aveva giocato in B, gli aveva affidato la Primavera, nel 2018 l'aveva lasciata per prendere la Roma U16, dopo due anni è stato promosso. In U17 conferma per Fabrizio Piccareta, tre allenatori seguiranno il gruppo già allenato quest'anno: il turco Tanrivermis passerà in U16 con i 2005, Rubinacci in U15 con i 2006, Antonio Rizzo in U14 con i 2007. Tornerà a Trigoria Valerio D'Andrea, non confermato nel 2016, quando aveva centrato la finale scudetto U15 con Riccardi&co, si rivedrà, forse come vice, Antonello Mattei, ci sarà una panchina, tra i piccolini, anche per Andrea Conti, il primo figlio di Bruno, due presenze in A con la Roma.