Da sempre maestra emerita di Complicazioni di Vita, questa volta la Roma se le risolve da sola con un finale "di mestiere". Nel resto della gara, i minuti di terrore seguiti ai gol del Cagliari sono limitati da reazioni immediate. Risultato: prima rimonta stagionale fuori casa. Con un poker che va anche stretto.

IL MIGLIORE: 8 MKHITARYAN La Roma che pare aver cambiato finalmente marcia è nel segno dell'armeno: altro passo, altra testa, altra qualità. Gli bastano 4' per imprimere la sua al match: accelerazione e destro da posizione angolata che Olsen sventa. Lui però non si scompone, resta sempre nel vivo del gioco, conquistando anche un'infinità di palloni in mezzo al campo e creando scompiglio da trequarti in su. Strepitoso l'assolo che lo porta a servire dal fondo Kalinic per il raddoppio. Sfiora la punizione di Kolarov quel tanto che basta per farsi premiare anche dalla Lega.

6 LOPEZ Pronto sui tentativi sardi dalla distanza, meno sul pallonetto di Joao Pedro che lo trova un po' fuori dai pali. Non irreprensibile anche su Pereiro, sul rigore gli manca fortuna più che istinto.

6,5 PERES Imbucato più volte da Ünder, si ingolosisce da posizione defilata senza successo. Su e giù per la corsia destra alterna pregevoli iniziative a scelte meno felici, scaricando il contachilometri.

5,5 SMALLING Nella sua zona si muove Joao Pedro, il cliente più scomodo, che ne fa due: il primo è una perla su cui Chris ha poche colpe, ma il rigore grava tutto su di lui.

5,5 FAZIO La squalifica di Mancini lo lancia titolare, Dzeko in panca gli passa la fascia. Eppure i gradi non gli giovano quando lascia tutto lo specchio a Pereiro.

6,5 KOLAROV Suo il cross da cui nasce il pareggio. Salva su Ionita in piena area con ottima scelta di tempo, rimediando anche un pestone. Poi mette la firma sul match con la consueta punizione d'autore.

6,5 VILLAR All'esordio da titolare, non si esime da responsabilità in regia. Un po' leggerino sui contrasti, fino al contrasto con Nainggolan che gli costa il giallo. Promettente

6,5 CRISTANTE In debito d'ossigeno a Gand, dosa meglio le energie a Cagliari con una prova ordinata davanti alla difesa. Utile senza strafare.

6,5 ÜNDER Parte a razzo conducendo tutte le ripartenze con la sua velocità da fuoriserie. Dopo dieci minuti scuote la traversa di Olsen. Steso al limite dell'area, prende un grottesco giallo per le vibranti proteste. Perde lucidità e verve, fino a far imbufalire Fonseca quando non rientra sul secondo gol subito: il cambio è scritto.

6,5 KLUIVERT In ombra nel primo tempo, comincia il secondo con altra convinzione: prima coglie la traversa, poi trova il gol, il secondo della settimana. Diesel.

7,5 KALINIC Olsen gli nega la gioia al 7', i difensori rossoblù replicano poco dopo nella tambureggiante azione che coinvolge tutti gli uomini d'attacco. Ma quando Pellegrini svirgola servendogli un assist d'oro, trova finalmente il gol che lo sblocca e a fine primo tempo perfino la doppietta. Poi esagera e fa la sponda che manda in rete Kluivert. Ritrovato.

S.V. PEREZ Entra per Ünder e per poco non la fa grossa con un retropassaggio forte (e folle) per Pau.

S.V. SANTON Dentro per irrobustire la difesa.

S.V. VERETOUT Il tempo di fare presenza.