La bella vittoria in rimonta con l'Ajax in Europa League ha restituito serenità alla Roma e potrebbe aver nuovamente aperto alla possibilità, seppur remota, che a fine stagione la società possa decidere di puntare ancora su Paulo Fonseca. Molto dipenderà dai risultati, che potrebbero comunque non bastare per la conferma del tecnico portoghese ma che certo avranno il loro peso nelle valutazioni di Tiago Pinto e dei Friedkin.

In questo senso non c'è soltanto l'Europa League, ma anche la Serie A. Dopo essere rimasta costantemente in zona Champions per gran parte della stagione, la Roma ha frenato precipitando al 7° posto, l'Atalanta quarta distante 7 lunghezze: il treno per l'Europa che conta non è ancora definitivamente perduto, ma è chiaro che a 9 giornate dalla fine i margini d'errore sono estremamente limitati.

Tra andata e ritorno con l'Ajax domenica i giallorossi dovranno vedersela con il Bologna di Sinisa Mihajlovic, in una gara dove sarà fondamentale vincere ma non così scontata come sembrerebbero indicare le quote sulle scommesse della Serie A: il segno 1 a 1,75 (con X a 4,10 e 2 a 4,30) vede chiaramente favorita la Roma, ma per evitare quella che sarebbe la quarta frenata consecutiva in campionato Fonseca dovrà dimostrarsi ancora una volta bravo a lavorare in emergenza.

A meno di 72 ore dalla vittoria di Amsterdam la Roma torna in campo confermando metà della formazione titolare, che poi sarà ancora impegnata giovedì prossimo nel ritorno contro l'Ajax. Un vero e proprio tour de force che Fonseca affronterà in piena emergenza, consapevole del fatto che il suo possibile futuro in giallorosso, molto probabilmente, si decide adesso.