Soltanto sabato sembrava fatta. Invece la cessione di Robin Olsen al Montpellier ha subito ieri un brusco rallentamento. Più somigliante a un capitolo chiuso che a uno ancora da scrivere. Almeno da ieri, quando un fulmine a ciel sereno ha squarciato gli orizzonti dell'operazione: la Real Sociedad ha dato il via libera ai francesi per trattare Geronimo Rulli. Eppure l'accordo fra Olsen e il Montpellier era in dirittura d'arrivo, restavano invece da limare quelli che sembravano soltanto dettagli fra le due società sulle cifre destinate alle casse di Trigoria.

Poco più di otto milioni la somma complessiva: un milione e duecentomila euro sarebbero stati versati subito, i restanti sette destinati al riscatto dello svedese nella prossima stagione. E qualche distanza si è aperta proprio sul costo complessivo del cartellino: qualche centinaia di migliaia di euro che non sembravano uno scoglio insormontabile hanno invece rallentato la trattativa. Forse in maniera decisiva.

Già nel primo pomeriggio di sabato sono arrivati segnali "minacciosi" dalla Francia, dove è stata segnalata una trattativa in corso fra il Montpellier e Rulli. Ieri la conferma direttamente da parte del club di San Sebastian, che sui propri profili social ufficiali ha comunicato di aver autorizzato il numero uno argentino a partire per la Francia, dove oggi ha sostenuto le visite mediche di rito. Ultimo prologo all'ufficializzazione di un acquisto che molto probabilmente sbarra la strada a Olsen. Lo svedese che non era stato convocato per la sfida contro il Real Madrid proprio perché in odore di partenza, resta dunque ora in stand-by. Quantomeno fino a una nuova offerta, che a questo punto dovrebbe arrivare da lidi differenti rispetto a quello occitano.

Per una trattativa bloccata a pochi passi dal traguardo, ce n'è un'altra che non è decollata negli ultimi giorni ma non per questo è da considerarsi chiusa: quella fra Gregoire Defrel e il Cagliari. Inserito in un primo momento nell'offerta della Roma per Barella, quando il centrocampista si è accasato all'Inter la società di Giulini si è rifatta sotto chiedendo un prestito con riscatto già fissato per il prossimo anno, per una cifra complessiva di quindici milioni. L'accordo non è stato trovato sulla dilazione delle modalità di pagamento, ma il club sardo è pronto a tornare alla carica. Defilato per il momento il Monaco - interessato a quel Mariano Diaz che piace anche alla Roma (ma ieri non ci sono stati incontri con i dirigenti del Real), la concorrenza per il Cagliari potrebbe arrivare dal Genoa, pronto a sferrare l'offensiva per l'ex sampdoriano.