Nicolò Zaniolo aspetta. E spera, ci verrebbe da aggiungere, fermo restando che il ragazzo ormai ha preso atto di come il suo futuro sarà importante e a tanti zeri. L'unica luce di questa disgraziata stagione giallorossa, arrivato l'estate scorsa nell'ambito dell'affare che ha portato Nainggolan all'Inter, ha un contratto per altri quattro anni a cifre minime (270.000 più i bonus), cosa che mette (metterebbe) la Roma in una botte di ferro. Ma a Trigoria sanno bene come si debbano rivedere i numeri dello stipendio, tanto è vero che l'ex ds Monchi aveva già avuto più di un contatto con il nuovo procuratore del ragazzo (Claudio Vigorelli) per rivedere ingaggio e durata (un ulteriore anno). Solo che adesso Monchi è tornato nella sua Siviglia, lasciando la questione ancora in sospeso. E la patata bollente, perché di questo si tratta, è finita nelle mani di Ricky Massara, promosso direttore sportivo con la Roma (romana) intenzionata a confermarlo anche per il futuro.

Non si dovrà ricominciare proprio da zero, ma certo la questione nelle prossime settimane dovrà essere presa di petto. Finora considerando il caos dopo Oporto, non ci sono stati nuovi contatti tra le parti, ma non è da escludere, anzi è probabile, che in questi giorni le parti si risentano per riprendere il filo di un discorso spezzato. Anche ieri a Trigoria c'è stato ribadito come non ci sia nessuna intenzione di cedere il nuovo gioiello del calcio italiano, ma è anche vero, approfittando pure di questo momento confuso che si sta vivendo a Trigoria, al procuratore del ragazzo qualche telefonata è arrivata. E quella più pericolosa, dal punto di vista della Roma, è arrivata dalla casa blanca Real Madrid dove con il ritorno di Zidane ci si sta preparando a un mercato con gli effetti speciali. C'è stato un solo giocatore che ha avuto la forza di dire no al Real e quel giocatore si chiama Totti. E Zaniolo non ha le stesse radici del Dieci che ora siede in tribuna. Si è parlato di una valutazione del cartellino intorno ai 60 milioni di euro.

Insomma il pericolo c'è, anche se la Roma è forte di un quadriennale senza clausole. Sarà il caso che resista a tutto, pure alle tentazioni. Perché crediamo che la prossima estate una cessione di qualsiasi altro calciatore, dai tifosi sarebbe metabolizzata, quella di Zaniolo no. E poi con un ragazzo di venti anni di queste qualità, perché rischiare di venderlo adesso quando magari tra un paio di stagioni varrà il doppio o il triplo? Sarebbe, insomma, sbagliato pure da un punto di vista economico. E poi, sia chiaro, dovesse rimanere qui per tanto tempo, la cosa non dispiacerebbe a nessuno.