parametri zero

Calciomercato: Kamara è tutto un quiz. In alternativa opzione Xeka

Gli svincolati dalla Ligue 1: quasi 100 i calciatori in scadenza a giugno. Il centrocampista del Marsiglia non ha ancora deciso. C'è anche il portoghese del Lille

Il portoghese Xeka (Getty Images)

Il portoghese Xeka (Getty Images)

31 Marzo 2022 - 10:19

Quanto può valere il cartellino di Kylian Mbappè? Duecento, 250, 300 milioni? Non sforzatevi per avvicinarvi alla valutazione giusta. È inutile. Perché prendere l'attaccante (1998) del Psg, come molti sapranno, oggi costa zero euro. È vero, allo zero bisogna sommare le commissioni che certo non sarebbero una passeggiata di salute e pure l'ingaggio che è roba che possono permettersi in pochi, ma certo è che il giocatore che in questo momento tutto compreso (età, qualità, margini di miglioramento, fame agonistica) è il numero uno al mondo, si può mettere a libro paga di qualsiasi club al mondo senza che il suo cartellino costi un centesimo. Roba però, come detto, per pochi e, crediamo di non offendere nessuno, dicendo che tra quei pochi non ci può essere la nostra Roma (anche se il francese non sa cosa si perde, concedeteci questo vezzo). Tutte le fonti di mercato garantiscono che il futuro Pallone d'oro non rinnoverà con l'emiro che non ha ancora smaltito l'ennesima delusione Champions e andrà a rinverdire la storia dei galacticos a Madrid dove, peraltro, pare che vorrebbero prendere pure il norvegese Haaland (ma i soldi li fabbricano?).

Dato a Mbappè quello che è di Mbappè, passiamo ad analizzare a grandi linee il mercato a disposizione degli umani per quel che riguarda i giocatori che nel campionato francese si svincoleranno. Non sono pochi, anzi, visto che c'è a disposizione un autentico esercito, novantacinque per la precisione, insomma potrebbe esserci pure l'imbarazzo della scelta. Anche per la nostra Roma. Visto che in quel ruolo di centrocampista centrale le richieste di Mourinho difficilmente nel prossimo mercato estivo non saranno esaudite. Dunque, Boubacar Kamara. Non è certo un mistero come il giovane (1999) centrocampista francese, sia stato un obiettivo del club giallorosso già nel gennaio scorso. È vero che Tiago Pinto, a mercato chiuso, disse che Kamara non era stato trattato, ma noi che siamo capoccioni insistiamo perché con più che ragionevole certezza sappiamo come il ds romanista un paio di approfonditi contatti con il procuratore del giocatore li ha avuti (e i rapporti con il Marsiglia sono ottimi, leggasi prestiti Ünder e Pau Lopez che a giugno saranno riscattati dal club francese). All'epoca si disse che Kamara aveva preferito rimandare la scelta del suo futuro a giugno per poter avere una maggiora forza contrattuale per il suo stipendio ma anche, se non soprattutto, perché aveva trovato già un accordo con il Manchester United. Sarà pure vero, ma al momento in questo senso non ci sono novità, Kamara rimane un giocatore libero di accettare l'offerta migliore. È chiaro che se il Manchester United fa sul serio, per qualsiasi (o quasi) altro club il discorso sarebbe chiuso. Ma se al contrario a Manchester cambieranno idea, la possibilità per la Roma di arrivare a Kamara tornerebbe d'attualità.

Il centrocampista del Marsiglia Kamara (Getty Images)

In alternativa, volendo ma è tutto da dimostrare, sempre per il centrocampo, la Roma potrebbe puntare sul portoghese Xeka, un procuratore che non è Jorge Mendes, si chiama Nelson Almeida, ventotto anni, in scadenza con il Lille e una gran voglia di andare via come ha più volte dichiarato ufficialmente. A costo zero potrebbe essere un'opzione per andare a completare il reparto dei centrocampisti, certo non il nome importante che la Roma vuole dare a Mourinho per far salire il livello del reparto dei centrocampisti. Il ragazzo in Francia dicono abbia un carattere un po' troppo esuberante (si parla di frequenti litigi negli spogliatoi), ma a costo zero potrebbe davvero rappresentare il completamento del reparto. Ci sarebbe in Francia anche una terza opzione per il ruolo di centrocampista centrale. Ed è un'opzione dal nome importantissimo, ovvero Cesc Fabregas. Andrà in scadenza con il Monaco il trenta giugno, ma è un'ipotesi francamente poco credibile per il semplice fatto che le primavere sono 35 e pure se ha un passato da primo della classe, portarlo a Trigoria vorrebbe dire andare incontro a una delusione a meno che non si materializzi mago Merlino e garantisca che per un paio di stagioni torni il Fabregas che fu. Sempre a Monaco, però, c'è un giocatore che potrebbe essere preso in considerazione per quel ruolo di esterno destro basso dove Pinto vuole affiancare a Karsdorp un giocatore garantito e in grado di creare concorrenza nel ruolo. Potrebbe essere Djibril Sidibè, trenta anni, quasi 20 presenze nella nazionale francese, una notevole esperienza, in grado di giocare anche sulla corsia sinistra, al Monaco ormai chiuso dall'arrivo del giovane e talentuoso brasiliano Venderson.

Per chiudere, c'è da dire che a Parigi c'è un altro nome, in scadenza, di quelli che accendono la fantasia dei tifosi. Si tratta di Angel Di Maria, argentino con piedi da campione. Certo ha 34 anni, ma a costo zero potrebbe pure venire la voglia di provarci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA