Il cetrocampista e l'esterno. Entro l'Algarve, ventisei di questo mese. Spiegando, vuole dire che l'obiettivo indicato da Mourinho a Pinto, è quello di garantire in fretta alla squadra le ulteriori due priorità di mercato. Il tecnico preferirebbe averle a disposizione il prima possibile. I motivi sono facilmente intuibili, anche se lo sono altrettanto le difficoltà del mercato se devi cedere prima di acquistare. Così le cose non possono che complicarsi. Ma qualcosa si sta muovendo e il general manager giallorosso in queste prime settimane di lavoro, si è garantito una decina di milioni. Uno e mezzo per il ritorno di Gerson in Europa, in quel Marsiglia a cui ha ceduto pure Under (otto milioni con l'obbligo di riscatto fissato al primo punto conquistato dal club francese) e un'ulteriore milionata dal trasferimento (ufficiale come da comunicato di ieri della Roma) di Pau Lopez, settecentoventimilaeuro per il prestito più un variabile da mezzo milione. Un trasferimento, quello del portiere spagnolo, che se tutto andrà bene, ovvero se metterà insieme venti presenze, obbligherà il Marsiglia a riscattarlo per dodici milioni che, poi, sono quelli che tra dodici mesi laRoma dovrà versare al Wolverhampton (11,5) per l'acquisto dilazionato di Rui Patricio.

Tutte queste operazioni, non fanno altro che ribadire come per Pinto ci sia la necessità di cedere, prestare, sfoltire, salutare prima di poter perfezionare ulteriori operazioni in entrata. A partire da quella di Xhaka che sta facendo di tutto e di più perché si concretizzi il suo arrivo alla Roma e alla corte di Mourinho che lo ha indicato come l'uomo giusto per il centrocampo giusto. Lo svizzero all'Arsenal ha fatto sapere in maniera chiara e forte di voler andare alla Roma, si è detto anche disposto a rinunciare ad alcuni bonus maturati con i Gunners e alla Roma di essere disponibile a limare qualcosa del suo ingaggio (circa tre netti che saranno quattro e mezzo al lordo considerando il decreto crescita) pur di vestire il giallorosso.

In questo senso saranno molto importanti i prossimi giorni che dovrebbero portare all'arrivederci e grazie per Justin Kluivert (Nizza) e Robin Olsen (Lille). Per quello che ci risulta, sembra essere più vicina la fumata bianca per il portiere svedese. L'accordo viene dato a un passo sulla base di circa sei milioni. Olsen con il club campione di Francia ha trovato un accordo per un contratto fino al giugno del 2024, cioè dodici mesi in più rispetto a quelli che ha garantiti con la Roma. Il trasferimento di Kluivert, al contrario, per quello che si sa sarebbe sulla base del prestito, con la Roma che spinge per mettere un obbligo di riscatto (otto milioni) mentre i francesi vorrebbero limitarsi a un diritto trasformabile in obbligo solo a determinate condizioni.