È arrivato il giorno del derby. Stasera alle 20.45 al Palalottomatica si ritrovano di fronte Virtus ed Eurobasket. Entrambe le squadre sono reduci da una vittoria nel turno precedente: l'Eurobasket ha vinto sul proprio campo nella sfida con Agrigento, portandola alla prima sconfitta stagionale, mentre gli uomini di coach Bucchi hanno vinto in trasferta a Biella recuperando dallo svantaggio di 16 lunghezze.

La Leonis, allenata da un ex come coach Corbani che è stato sulla panchina virtussina nella stagione 2016/17 e all'inizio di quella 2017/18, cercherà di conquistare la prima vittoria in trasferta della stagione. I due stranieri Nick Zeisloft (16.3 punti di media) e Damian Hollis (14.3 punti) sono i migliori realizzatori, supportati da Alessandro Amici (13 punti, 5 rimbalzi e 6 assist di media) e Abdel Pierre Fall (12.3 punti e 10 rimbalzi). Intorno alla regia di Alessandro Piazza (8 punti e 2.7 assist) girano inoltre gli importanti innesti estivi di Federico Loschi, Mohamed Toure, Luca Infante, Alexander Cicchetti che in uscita dalla panchina danno manforte alla bandiera Eugenio Fanti.

Dall'altra parte, però, c'è una Virtus che è ancora alla ricerca di se stessa ma reduce da una vittoria che psicologicamente potrebbe essere molto importante, come quella conqusitata a Biella in rimonta. Queste le parole di coach Piero Bucchi alla vigilia: «Il derby è sicuramente una partita sentita, che viene giocata con grande passione e determinazione e va vissuta tutta d'un fiato. Per chi lavora nello sport questo tipo di partite sono le più belle, entrambe le squadre sono ambiziose e daranno il massimo in campo mettendo sicuramente tanto agonismo. Mi aspetto una partita intensa e giocata con tanta energia, dovremo rimanere concentrati per gestire i momenti delicati dell'incontro».

La Virtus finora si è retta molto sull'asse Moore-Sims, seppur con alcune differenze tra i due. Il piccolo playmaker si è preso molte pause durante le partite fin qui disputate, ma ha dimostrato una dote non comune, cioè quella di tirar fuori il meglio di sé, ed elevare il proprio livello, nei momenti in cui le partite si decidono. Sims è stato più continuo ma forse meno decisivo. A dover crescere sono comunque gli italiani. Landi, Saccaggi e Santiangeli sono andati a fasi alterne, Sandri e Baldasso sono in linea con le aspettative, Alibegovic può dare di più e sicuramente lo darà, Chessa sembrava soffrire il fatto di veder diminuita la sua importanza all'interno della squadra, ma a Biella ha dimostrato di poter essere decisivo lo stesso. La Virtus dovrà controllare Nick Zeisloft, inarrestabile ad Agrigento, e saper tamponare Amici, forse il vero collante della squadra allenata da Corbani.

Nell'intervallo della partita ci sarà un'iniziativa in collaborazione con la FIR che vedrà coinvolti alcuni tifosi della Virtus Roma, chiamati a scendere sul parquet del PalaEur. L'attività rientra nelle iniziative di Fan Engagement e integrazione dei canali di online/offline che la Virtus ha previsto nella nuova strategia di comunicazione. Arbitreranno l'incontro i signori Noce Sergio (Latina), Gagliardi Gianluca (Anagni) e Valleriani Daniele (Ferentino).