Paulo Fonseca può tirare un sospiro di sollievo: sono tutti negativi gli esiti dei tamponi effettuati oggi ai giocatori rientrati dagli impegni con le rispettive nazionali. I quattro azzurri - Lorenzo Pellegrini, Stephan El Shaarawy, Leonardo Spinazzola e Gianluca Mancini - ed Edin Dzeko erano stati preventivamente isolati, ma già domani sosterranno un nuovo tampone e se negativi potranno tornare a lavorare al Fulvio Bernardini di Trigoria. Questa procedura era stata effettuata viste le recenti positività nello staff tecnico dell'Italia (a cui si è aggiunta in mattinata quella di Leonardo Bonucci) e del ct bosniaco Ivajlo Petev.

Il protocollo da seguire

Per casi come questo, il protocollo autorizzato dalla Asl prevede la "bolla domiciliare": i calciatori della Roma potranno spostarsi dalla loro abitazione soltanto per recarsi a lavoro nell'arco dei prossimi quattordici giorni. Se domani sarà confermata la loro negatività saranno dunque convocabili da Fonseca. Il Sassuolo, dalla sua, nonostante la negatività al tampone ha deciso comunque di non convocare i giocatori che si erano uniti alla Nazionale di Roberto Mancini (Locatelli, Ferrari, ai quali vanno aggiunti Berardi e Caputo, già indisponibili per l'infortunio che li ha costretti a lasciare il ritiro azzurro in anticipo). 

Al termine della gara tra Italia e Lituania alcuni membri dello staff tecnico del ct Mancini sono risultati positivi al Covid-19. Questa mattina la Juventus ha comunicato ufficialmente che anche il difensore Leonardo Bonucci è risultato positivo al tampone.

I calciatori della Roma impegnati con la selezione di Roberto Mancini (Pellegrini, El Shaarawy, Spinazzola e Mancini) sono rientrati oggi nella Capitale, sono stati sottoposti a tampone e, in via precauzionale, sono stati isolati. La società giallorossa, oltre ad attendere gli esiti degli esami effettuati in data odierna, sta aspettando delle indicazioni dalla Asl sul protocollo da seguire per garantire la massima sicurezza a tutti i componenti del gruppo squadra.

Lo stesso trattamento è stato riservato ad Edin Dzeko, per via della recente positività al Covid-19 del ct bosniaco Ivajlo Petev.

di: La Redazione