Javier Pastore, neo acquisto della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport direttamente dal ritiro americano di San Diego dove la Roma sta svolgendo la tournée. L'argentino ha affrontato il nodo relativo al suo ruolo in campo e ha parlato degli obiettivi stagionali. Ecco le sue dichiarazioni

Le ha fatto piacere l'attestato di stima di Francesco Totti?
Ha detto delle parole molto belle, fa piacere che un giocatore come lui abbia parlato in quel modo di me. È un piacere trascorrere con lui questi giorni negli Stati Uniti: abbiamo imparato tanto da lui quando eravamo giovani. Spero di essere all'altezza delle parole di Totti e di aiutare la squadra a fare bene.

Come si sta trovando nel ruolo di mezzala?
Bene. L'importante è capire i movimenti che vuole il tecnico, tatticamente devo essere bravo ad aiutare la squadra a difendere. Anche a Parigi ho giocato tante volte da mezzala, anche se in maniera diverso. L'importante adesso è allenarmi bene per tornare in condizione e fare tutto ciò che mi chiede Di Francesco.

C'è la possibilità di cambiare modulo e di vederla nel ruolo di trequartista?
Ne avevo parlato con il mister al mio arrivo: lui può decidere di cambiare il sistema di gioco a seconda della squadra che affrontiamo. Posso essere sicuramente una possibilità in più per il tecnico se decidesse di cambiare modulo, però per adesso mi sono messo in testa che giocherò mezzala e devo allenarmi per questo.

Quali sono gli obiettivi di questa stagione?
Personalmente voglio vincere tutto. Vengo da una squadra che in questi anni ha vinto tantissimi titoli e voglio vincere anche qui. Sarebbe magnifico avere la possibilità di arrivare in finale di coppa Italia, o di arrivare alla terzultima giornata di campionato ancora in corsa per lo scudetto. La Champions League? Dobbiamo vedere con quali squadre capiteremo nel girone, ma i nostri obiettivi sono quelli di vincere. Si gioca per vincere non per partecipare.