Per smaltire le tossine dell'ultima partita probabilmente ci vorrà più di qualche giorno. Almeno per la piazza. Ma la squadra ha già questa sera l'occasione di voltare pagina, mantenendo però sempre sullo sfondo il monito di quello che non deve più fare. Risiede più o meno in questi concetti il pensiero del tecnico della Roma Paulo Fonseca, riassunto nella mini-intervista concessa alla Rai alla vigilia dell'impegno di Coppa Italia contro lo Spezia, in programma questa sera alle 21.15 allo stadio Olimpico. Un avversario più complicato di quanto il blasone non riveli. Mai come questa volta, il «sarà un avversario difficile» pronunciato dall'allenatore portoghese non suona come frase di circostanza.

E le parole di Fonseca non possono che cominciare dalla disamina di quanto accaduto venerdì sera e dalle scuse nemmeno troppo implicite rivolte ai tifosi, che pure avevano portato il proprio supporto a Trigoria a poche ore dal derby. «Dopo la partita di venerdì siamo tutti molto delusi, soprattutto per i nostri tifosi che meritavano tutt'altra prestazione». Purtroppo non c'è modo di porre rimedio al passato, se non incidendo sul futuro prossimo e quindi dimostrando sin da stasera che quell'orribile prestazione è alle spalle davvero.

«Non possiamo cambiare quanto successo, ma possiamo ripartire pensando che quanto successo non dovrà accadere nuovamente. La squadra deve capire che possiamo cambiare il futuro solo modificando il nostro atteggiamento in partita. Come ho detto, sono soprattutto deluso nei confronti dei nostri tifosi». Si prova a guardare avanti senza ulteriori contraccolpi.

Oggi la Roma farà il proprio debutto stagionale in Coppa Italia, una competizione che negli ultimi anni ha riservato più delusioni che soddisfazioni. C'è necessità di invertire il trend, per rendere il torneo un obiettivo concreto fino alla fine. Fonseca predica calma, fedele all'assunto di compiere un passo per volta. «La nostra ambizione è vincere la prossima partita, una sfida difficile contro un'avversaria molto forte». Le partite disputate dalla squadra di Italiano nelle ultime settimane impongono massima attenzione. Il tecnico giallorosso ne descrive le qualità: «Lo Spezia è una squadra molto organizzata, che gioca un calcio diverso, sempre con l'intenzione di fare gioco. È una squadra molto coraggiosa e intensa in fase difensiva. Sarà una partita difficile».