«La Roma ha aperto una breccia». Non usa mezze misure Alberto Mariani, grafico e più particolarmente kit designer, nel commentare l'iniziativa lanciata dall'account Twitter in lingua inglese della Roma di condividere una serie di prototipi amatoriali di maglie giallorosse e di sottoporli al giudizio del pubblico.

Alberto, noto sui social col nome di Rupertgraphic, è uno dei dodici designer le cui maglie sono state presentate da un tweet: «Ci avviciniamo al lancio della maglia 2018-19: Forza27, collaboratore del nostro sito da molto tempo, ha raccolto le dodici più belle maglie disegnate dai tifosi». Forza27 è il nome di un sito e di un account Twitter che fanno capo a Ed Moynihan, tifoso giallorosso irlandese che da anni disegna, pubblica e raccoglie sul proprio portale prototipi di maglie giallorosse e grafiche dedicate alla Roma e ad altre squadre.

È lui a raccontarci l'iniziativa in prima persona: «Paul Rogers, il capo dell'area digital della Roma, ha voluto organizzare una "settimana della maglia" sui social, in avvicinamento al lancio di quella nuova». La Roma infatti lancerà la maglia 2018-19 indossandola contro la Juventus, ma già oggi pubblicherà alcune immagini sul sito. Continua Ed: «È molto raro che un club di alto livello ci coinvolga in iniziative di questo genere: stanno facendo un gran lavoro, oserei dire rivoluzionario, usando nuovi strumenti per interagire coi tifosi».

Ancora più entusiasta Alberto Mariani: «In 24 ore hanno abbattuto una barriera che le squadre di calcio hanno tenuto su per anni. Il kit design amatoriale esiste da molto, ci sono siti specializzati e una comunità che si parla sui social, ma fino ad oggi era rimasto sommerso. Da tempo proponevo ad alcuni club di Serie A di agire in questo senso, ma nessuno aveva mai avuto il coraggio di farlo. Il problema è che molti club e molti marchi sono infastiditi da chi "mette mano" alle maglie senza chiedere il permesso. Non capiscono che le società di calcio stesse possono trarne vantaggio: guardate la Roma, ad esempio. Dopo aver pubblicato quei 12 design amatoriali, adesso tutti stanno disegando la maglia giallorossa nella speranza di essere pubblicati: un'operazione di brand enorme».

«Inoltre, aprirsi a noi kit designer conviene anche ai marchi», continua Rupertgraphic, «volendo, ora la Nike ha idee per i prossimi cinque anni, con tutte le maglie giallorosse che ha raccolto. Infine, quella messa in atto sui social della Roma in questi giorni è una vera e propria operazione culturale: con la storia degli sponsor, il quiz sui dettagli delle divise, il sondaggio sulla miglior maglia Nike e la raccolta del match worn si tiene viva la cultura e la storia della maglia romanista. Al contempo, si sondano le preferenze del pubblico, pur lasciando che siano sempre i professionisti a disegnare le maglie. Quindi complimenti alla Roma».