Non c'è stato il tempo neppure per tirare il fiato per la Roma dopo la gara di giovedì in casa del Gent: la squadra giallorossa, rientrata dopo la partita come piace al tecnico portoghese, ieri verso mezzogiorno è scesa di nuovo in campo a Trigoria per preparare la partita con il Cagliari, anche se - ovviamente - i giocatori che erano nell'undici titolare nel sedicesimo di ritorno di Europa League hanno fatto un lavoro molto leggero, il classico scarico post-partita. Solamente lavoro individuale per Diego Perotti: l'esterno argentino risente ancora del problema gastrointestinale che lo ha costretto ad andare in tribuna a Gand, lasciando il posto in panchina allo spagnolo Villar, che a 7' della fine ha poi fatto il suo debutto assoluto nelle competizioni europee, prendendo il posto del connazionale Carlez Perez.

Potrebbe trovare spazio anche a Cagliari il centrocampista arrivato dall'Elche, che il mese prossimo farà 22 anni, visto che anche Veretout non sta benissimo. Il francese arrivato in estate dalla Fiorentina giovedì ha preso un colpo alla caviglia sinistra, che ieri gli ha fatto saltare l'allenamento con il gruppo. L'ex Fiorentina si è allenato a parte, ma non è stato sottoposto a particolari esami: segno che il problema non preoccupa più di tanto.

Ma con soli due giorni di riposo tra una partita e l'altra - cosa che a Fonseca non è certo andata giù - la cautela è d'obbligo, e la sua presenza va comunque considerata in dubbio. Se dovesse ancora sentire dolore, toccherebbe a Villar, visto che Diawara è ancora fermo, e potrebbe averne ancora a lungo, dato che Fonseca giovedì sera, in conferenza ha detto di non essere sicuro di poterlo avere a disposizione neppure per l'andata degli ottavi di Europa League, ovvero il 12 marzo. In situazione di emergenza, al fianco di Cristante - che peraltro anche giovedì è sembrato piuttosto lontano dalla forma migliore - sono stati adattati Mancini o Pellegini, entrambi indisponibili per la gara di domani: il fantasista risente ancora del fastidio muscolare che lo aveva costretto al cambio nell'intervallo di Roma-Lecce, il secondo, contro i salentini, ha rimediato il decimo cartellino giallo in campionato, che ha fatto scattare la squalifica.

Al suo posto, in coppia con l'intoccabile Smalling, dovrebbe toccare a Federico Fazio, che giovedì in Belgio è subentrato bene, con un buon piglio. Potrà fare turn-over anche sugli esterni difensivi il tecnico portoghese: giovedì a destra è partito titolare Spinazzola, che dopo 67' ha lasciato il posto a Santon. Domani potrebbe toccare anche a Bruno Peres, che il Belgio non c'era perché fuori dalla lista Uefa. Probabile anche una nuova chance per Ünder, che giovedì è rimasto in panchina e sarà il più riposato di tutti.