Si svolge oggi  a Belfast la riunione dell'Ifab, l'organo internazionale che stabilisce le regole del calcio. Gianni Infantino è il presidente della Fifa e ieri, al suo arrivo nella città irlandese, ha commentato l'ipotesi di un eventuale aggiornamento della regola sul fuorigioco, in relazione alla sua applicazione con il Var e su quali siano i margini di miglioramento della norma. Ecco le sue parole.

"Sono sicuramente favorevole a un confronto su un nuovo modo di guardare alla regola del fuorigioco, penso che sia ormai più una questione di comprensione. Alcune decisioni sono molto, molto rigorose ed è difficile per chi guarda capire quando è fuorigioco. Per cui dobbiamo vedere se possiamo rendere la regola più chiara, magari considerando la luce in mezzo. La tolleranza sui centimetri non risolverebbe la questione: anche se metti un margine di 10 centimetri e sono poi 11, è sempre un centimetro di più, bisogna essere chiari. In Italia, Spagna, Portogallo e Germania questo aspetto del Var non è oggetto di discussione. Non è questo il problema, è più una questione di regola e della sua applicazione che di Var in sé".