L'ex attaccante giallorosso Luca Toni è intervenuto questa mattina ai microfoni di Teleradiostereo, e ha parlato, tra le altre cose, del calciomercato appena concluso e del nuovo arrivo in casa Roma, Henrikh Mkhitaryan. Queste le sue parole.

Sul calciomercato

Il mercato così lungo non è bello, dieci-venti giorni più corto sarebbe l'ideale perché i colpi si farebbero sempre negli ultimi giorni ma almeno gli ultimi arrivi avrebbero tempo per adattarsi. Mi incuriosisce molto l'arrivo di Alexis Sanchez poiché anche se magari non farà molti goal è uno in grado di saltare sempre l'uomo e creare superiorità numerica. A mio avviso l'Inter si è avvicinato più del Napoli alla Juventus".

Mkhitaryan

Dipende tutto da come sta. Roma ti da tanto ma ti toglie anche tanto essendo una piazza che vive di entusiasmo. Dovrà essere bravo lui. Io i problemi della Roma non li vedo davanti ma a centrocampo e in difesa

La cessione di Schick

La piazza per ogni giocatore è fondamentale. Il problema di oggi è che si credono giocatori campioni prima che lo siano effettivamente. Roma non può aspettare perché deve tornare a lottare per lo scudetto. Io la colloco tra le prime quattro e se devi aspettare un giocatore due-tre anni vuol dire che giochi con uno in meno. Personalmente spenderei tanto per uno che ha dimostrato negli anni di essere forte e affidabile

l'arrivo in italia di Ribery

Fa piacere, io sono molto amico suo e l'ho invogliato in prima persona a venire in Italia visto che il nostro paese a lui è sempre piaciuto. Arriva un personaggio che può aiutare tanto i giovani della Fiorentina pieni di talento che ancora non sono campioni affermati".