Le ultime

FOTO E VIDEO - Abraham posa per SWM: "La mia fame e la mia voglia di vincere"

L'inglese: "I tifosi mi hanno fatto sentire a casa. L'accoglienza doveva essere in un aeroporto privato, ma c'erano un sacco di fan contenti di vedermi. Ho capito che era il posto giusto per me"

Tammy Abraham

Tammy Abraham (GETTY IMAGES)

La Redazione
25 Gennaio 2023 - 20:21

Tammy Abraham ha posato per il magazine SWM per le strade di Roma e ha rilasciato un'intervista in cui ha parlato di più temi, ecco una parte delle sue parole sull'esperienza vissuta, sull'ambientamento a Roma e sul suo futuro.

Sull'esperienza con SWM
"Mi sono goduto ogni minuto delle riprese; è stato divertente con brave persone. All'inizio ero un po' nervoso perché uscire a Roma non è mai facile, ma si è rivelato fantastico. I fan sono ovunque, e una cosa che ho dovuto imparare in fretta è che sono appassionati. Ci sono solo due squadre qui: Roma o Lazio. Fortunatamente, la maggior parte delle persone che incontro sono tifosi della Roma, ed è sempre bello incontrare i fan e scattare foto con loro. Tutti in città sono stati così accoglienti e così educati".

Sull'ambientamento a Roma
"È stata un'esperienza interessante e sicuramente diversa dalla vita a casa. Certo, ho dovuto adattarmi rapidamente, e a volte mi manca sentire la lingua inglese. È bello abbracciare una cultura diversa, godere di un nuovo modo di vivere e imparare la lingua, che è stato fantastica. Probabilmente dovrei saperne di più, ma sta andando bene. I tifosi e le persone del club mi hanno fatto sentire a casa dal primo giorno in cui sono arrivato. L'accoglienza doveva essere in un aeroporto privato, ma c'erano così tanti fan lì; Hanno cantato il mio nome ed erano così felici di vedermi. Da quel momento, ho capito che questo era il posto giusto per me. Sono così appassionati e vogliono che la loro squadra faccia bene, quindi sono dietro di te anche se a volte non fai bene. Ma penso che abbiano potuto vedere quanto fossi appassionato in campo, e penso che sia quello di cui si sono innamorati di più; la mia fame e voglia di vincere. Non sono qui da molto tempo, ma penso che trasferirmi alla Roma sia qualcosa che guarderò indietro nella mia carriera e dirò a me stesso: 'Ho avuto un tempo nella mia vita in cui ho vissuto in una parte diversa del mondo'. Sperimentare cose nuove è stato incredibile, a volte impegnativo, ma finora divertente".

"Ho sempre amato la storia, anche a scuola. Ho imparato a conoscere il Colosseo e vederlo di persona è stato fantastico. Probabilmente si capiva dalla mia faccia mentre ero lì, non riuscivo a smettere di sorridere. Adoro conoscere la storia della città e le diverse culture, e Roma è uno dei posti migliori al mondo per questo. Ad essere onesti, lo stile di vita qui fuori mi ha sorpreso. Ho sempre saputo che gli italiani amavano il loro cibo e quanto fossero appassionati, ma quando sei qui, ti rendi conto che è su un livello diverso. Puoi andare in qualsiasi ristorante della città e servirà il miglior cibo che tu abbia mai assaggiato. Si prendono cura e tempo in tutto ciò che fanno, che è una cosa che ho imparato ad amare di Roma e delle persone qui. Vincere un trofeo europeo nel primo anno con la Roma è stato incredibile. Ad essere onesti, non credo che nessuno se lo aspettasse. Dal momento in cui sono arrivato, ho detto che volevo vincere un trofeo con la Roma. Non vincevano un trofeo da molti anni e, a quel punto, molte persone non credevano che fosse possibile".

Sull'addio al Chelsea
"Poco prima di lasciare il Chelsea, Tomori è partito per l'AC Milan, quindi ne avevamo parlato molto. Ricordo di aver parlato con lui al telefono, ed entrambi non riuscivamo a credere che stesse succedendo. Eravamo stati al Chelsea per tutta la vita, e proprio così, ce ne stavamo andando. Per me il Chelsea era tutto, la mia casa. Ma allo stesso tempo penso fosse il momento giusto".

Sulla moda
"Il mio amore per la moda e il vestire bene è iniziato a scuola. Ripenso ai tempi in cui avevamo la nostra giornata di vestiti, ed era sempre una competizione. Ricordo di aver pianificato i miei abiti qualche giorno prima, di averli stesi sul letto e di essermi assicurato che tutto fosse stirato e pulito. Penso che da quel momento ho sempre voluto vestirmi bene. Ognuno ha il proprio stile, ma mi piace prendere influenza da altri giocatori come Michy Batshuayi. Non sto dicendo che indosserei esattamente quello che fa lui, ma è cool e gli piace essere se stesso. Mi piacciono le persone con personalità, che non seguono la folla e amano distinguersi".

Sul futuro
"Mi aspetto presto un bambino, quindi questo è l'obiettivo principale per primo. Poi penso che capirò dove voglio andare in estate", dice Tammy. "L'America è sempre nella mia mente, ma probabilmente da qualche parte adatta alle famiglie per il piccolo in arrivo. Questo potrebbe essere l'anno migliore della mia vita finora, quindi voglio che diventi realtà. Sarebbe bello vincere qualcosa di nuovo quest'anno con la Roma, e con la nascita di mio figlio, chissà cosa riserva il futuro".

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ???????????? ???????????????????????????????????? (@swmexclusive)

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ???????????? ???????????????????????????????????? (@swmexclusive)

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ???????????? ???????????????????????????????????? (@swmexclusive)

© RIPRODUZIONE RISERVATA