L'avversario

Feyenoord, Dessers nel Media Day: "Roma? Un grande club. Non faremo i turisti"

Dal ritiro ha parlato anche l'allenatore Slot: "Bijlow ha recuperato e si sta allenando a pieno qui a Lagos. Vedo molte similitudini tra le squadre"

Dessers, autore di 10 reti in Conference League (Getty Images)

Dessers, autore di 10 reti in Conference League (Getty Images)

La Redazione
20 Maggio 2022 - 11:49

Il 25 maggio va in scena Roma-Feyenoord, finale di Conference League. La partita ha di sicuro un valore special per i calciatori giallorossi, ma soprattutto per i tifosi che ripongono molta fiducia in abraham e compagni. Senza parlare, poi di José Mourinho, che grazie alle sue abilità è riuscito rendere ancora più saldo il rapporto tra i tifosi e la squadra. Questa, poi, nei giorni scorsi ha tenuto un allenamento aperto per il Media Day, organizzato dalla Uefa. Anche il Feyenoord ha dato vita alla giornata aperta ai giornalisti, con diversi calciatori e membri dello staff che hanno rilasciato delle dichiarazioni. Il primo è stato Cyriel Dessers:

Ci sarà la lotta per la classifica di capocannoniere con Abraham?
"Sì, sono al primo posto al momento, lo so. Spero che i miei difensori centrali facciano un buon lavoro con lui e che non lo facciano segnare, perché significherebbe essere il capocannoniere della Conference League, ma come prima cosa voglio vincere il trofeo, il titolo di cannoniere sarebbe un extra, ma non è l'obbiettivo principale per me". 

Qual è la tua opinione sulla Roma? 
"La Roma è grande club con una grande storia in Serie A. In questo momento è solita difendere con almeno 7 giocatori nella loro fase difensiva, ma avremo le nostre occasioni per farle del male".

Chiamare la competizione Dessers Cup se vinciamo?
"Cambiare nome dopo un anno non avrebbe senso (ride ndr). Seriamente, è un lavoro di squadra, guarda come abbiamo difeso bene contro il Marsiglia e anche in finale bisognerà fare un lavoro di squadra". 

Come arrivate a Tirana?
"Non andremo a Tirana a fare i turisti, per perdere la partita. Il nostro obiettivo è sollevare la coppa sulle nostre teste. Farebbe molto male perdere una finale del genere. Per noi è un'opportunità unica vincerla". 

Il calcio italiano è famoso per i suoi forti difensori?
"È una cosa oggettiva questa. Sarà la prima volta che affronterò difensori forti come Smalling. Spero di vincere molti duelli sul campo e di metterlo in difficoltà". 

Questione biglietti stadio? 
"Credo che sia i tifosi della Roma che del Feyenoord avrebbero riempito facilmente uno stadio come Wembley". 

Le altre dichiarazioni

Ad.nl, ha riportato anche le dichiarazioni degli altri calciatori. Dal ritiro portoghese a Lagos, ha parlato anche Luis Sinistrerra: "La Roma è un avversario molto tosto con Mourinho che è uno scaltro allenatore. Giocherò contro Karsdorp, lo cosco perché abbiamo giocato insieme al Feyenoord. È un bravo ragazzo e un grande giocatore, sarà un bel duello. Faremo tutto il possibile per assicurarci la vittoria". Poi è stata la volta di Ofir Marciano: "Non penso che giocherò, Bijlow si sta allenando al massimo qui in Portogallo. Conosco il mio ruolo, devo stare a disposizione se il club ha bisogno di me". Ai due ha fatto eco anche Arne Slot: "Bijlow si sta allenando a pieno e sono felice. Nei prossimi giorni vedremo come starà. Decideremo insieme a lui. Nell'allenamento vedo molta aggressività e lucidità, anche se dobbiamo riportarla sul campo di allenamento. La Roma gioca ancora. Dobbiamo tenere al minimo il numero di errori". Infine, Slot ha parlato della finale: "Non cambieremo approccio. Ci stiamo preparando seriamente per la finale. Spesso vedo la Roma pressare alti nella metà campo avversaria. Vedo molte similitudini tra le due squadre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA