Ci sono due casi di positività al Covid nella rosa: lo ha comunicato una nota ufficiale, annunciata da un tweet, alle 13.58. «L'AS Roma comunica che, a seguito dei controlli svolti attraverso i tamponi molecolari dopo la pausa delle attività della Prima Squadra, due calciatori - vaccinati - sono risultati positivi al COVID-19. Le autorità sanitarie competenti sono state immediatamente informate. I calciatori stanno bene e si trovano in isolamento domiciliare». Prima delle quattro e mezza, mezzo arcano era svelato: Borja Mayoral è uno dei due, e lo ha annunciato con una storia su Instagram. «Ciao a tutti - ha scritto il 24enne - oggi mi hanno comunicato di essere positivo al Covid. Io sto bene, isolato in casa e seguendo tutti i protocolli. Nel frattempo mi alleno in casa in attesa di poter tornare con la squadra». Non è l'unico: un altro compagno è risultato positivo, ma non ha voluto farlo sapere pubblicamente. Non è dato sapere da quanti giorni i due hanno il Covid: teoricamente potrebbero ancora fare in tempo a negativizzarsi in tempo per la seconda partita del girone di ritorno, domenica 9 all'Olimpico con la Juventus, dopo aver saltato la prima del 2022, il giorno dell'Epifania, col Milan.

A San Siro Mourinho potrà contare su Lorenzo Pellegrini, che ha ormai smaltito l'infortuno al quadricipite che lo aveva fermato il 28 novembre, dopo un quarto d'ora della partita con il Torino: il capitano, dopo aver saltato le 6 gare di dicembre, sarà a disposizione contro i rossoneri. Come Abraham, che era uscito per un trauma contusivo alla caviglia dopo 2' di ripresa, nell'ultima dell'anno, con la Samp: al suo posto era entrato Felix, che senza Mayoral potrebbe fare qualche minuto anche contro i rossoneri, visto che sempre più spesso Mourinho lo sta preferendo a Shomurodov. Il ghanese non avrà problemi di Covid, visto che lo ha già preso a fine novembre, ne potrebbe avere presto un componente della rosa (di cui non è stato reso noto il nome) che non si è voluto vaccinare. Dal 10 gennaio i lavoratori dovranno esibire il Super Green Pass, e il Governo ci ha tenuto a far sapere che non verranno fatte deroghe per i calciatori: chi non è vaccinato non potrà scendere in campo. Per cui al momento questo giocatore (che non è certo una riserva) potrebbe giocare solamente le prossime due, Milan e Juventus, il 6 e il 9. Ma la situazione è tutt'altro che definita, perché molte squadre di serie A hanno lo stesso problema, e vogliono chiedere una deroga. Che potrebbe arrivare anche su spinta dell'Uefa, che non è d'accordo con la scelta di far giocare solamente i vaccinati, tanto da aver ipotizzato uno spostamento in campo neutro di Inter-Liverpool, per non creare disparità, visto che il tasso di vaccinati in Inghilterra è più basso che da noi.