Protagonista dell'odierno appuntamento con #AskAzzurri, Lorenzo Pellegrini ha risposto alle domande fatte tramite i social dai tifosi della nazionale italiana, ma non solo. 

Ti ricordi la tua prima partita a calcio?
Avevo quattro o cinque anni e ho dato i primi calci al pallone

Chi era il tuo giocatore preferito da giovane?
Mi piaceva tanto Daniele De Rossi con cui ho la possibilità di giocare adesso e è un mio amico. E Ronaldinho.

Qual è il giocatore più forte con cui hai giocato?
Bella domanda... fammici pensare. Chi mi ha colpito tanto è Edin Dzeko che è il bomber della Roma. L'avversario invece è Messi, ovviamente mi ha colpito moltissimo.

La tua materia preferita a scuola?
Educazione Fisica, ma mi piaceva anche matematica.

Che genere di musica ami?
Ascolto un po' tutti i generi. Adesso ascolto Ultimo, che è bravissimo.

Quale altro sport ti piace?
Dopo il calcio lo sport che mi piace di più è il tennis.

Indica quattro giocatori storici della Nazionale con cui formare una squadra di calcetto
Il primo è Buffon, in difesa Maldini. A centrocampo me e De Rossi e in attacco Roberto Baggio.

Cosa hai fatto quando l'Italia ha vinto i Mondiali nel 2006?
Ero a casa di mia zia a vedere la finale in famiglia. Dopo la vittoria siamo scesi giù in piazza dove c'era molta gente.

Sai mangiare sushi con le bacchette?
Sì e mi piace anche tanto.

Ti è mai capitato di dover andare in bagno mentre eri in campo?
No, fortunatamente no. Per ora non mi è mai successo.

Hai un rito scaramantico prima della partita?
Assolutamente no, mi piace concentrarmi e cercare di essere il più sereno possibile.

A quale centrocampista dell'Italia del passato pensi di somigliare?
Questo non lo so, dovreste dirmelo voi.

Come sarebbe il tuo gol da sogno in Nazionale?
In qualsiasi modo, basti che entri la palla. Sarebbe bellissimo, anche perché sto ancora a zero.

Come affronterete la gara contro il Portogallo?
Con determinazione e cattiveria perché abbiamo voglia di vincere e siamo davanti ai nostri tifosi e faremo di tutto per portare a casa i tre punti.

Cosa ti aspetti da questa Nazionale?
Mi aspetto grandi cose, nonostante ci sia stato un momento di difficoltà. Siano un bel gruppo di giovani, unito e possiamo fare bene.

Il tuo ammiratore Mattia (Perin) ti chiede se giochi ancora a casaccio nella briscola a cinque?
Ciao Mattia, non ti conosco bene. Gioco ancora a casaccio ma sicuramente ancora meglio di te.