Guerra di prezzi tra Liverpool e Barcellona sul fronte caro-biglietti. Per la semifinale di Champions League contro i Reds in programma il prossimo 1 maggio i Blaugrana hanno deciso di fissare a 119 euro il prezzo per ciascuno dei 4,620 biglietti messi a disposizione per l'ultimo anello del Camp Nou dedicato alla tifoseria ospite. 

Il club inglese ha agito di conseguenza, imponendo la stessa cifra ai tifosi della squadra catalana che si recheranno ad Anfield e sussidiando i propri supporters con 31 euro, frutto della maggiorazione sul prezzo originariamente stabilito per gli ospiti spagnoli: in tal modo i britannici sborseranno 88 euro per sostenere la loro squadra in terra iberica. 

Non è la prima volta che il club con Bartomeu proprietario adotta una politica dei prezzi particolarmente dispendiosa. Già nella sfida disputata contro il Manchester United si era infatti verificata un episodio simile, con i tifosi dei Red Devils che hanno poi protestato sui social per l'eccessivo prezzo dei tagliandi rapportato alle pessime condizioni dello spicchio di impianto a loro riservato.

Nella stessa situazione si sono ritrovati anche i tifosi romanisti nella scorsa stagione, costretti a pagare 90 euro per assistere all'andata dei quarti di finale della coppa europea dalle grandi orecchie. 

Il Liverpool, in un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale, ha ribadito la necessità di di un intervento di UEFA e ECA per trovare una soluzione simile a quella raggiunta in occasione della doppia sfida con il Porto.

All'esito del dialogo con il club inglese, infatti, la società portoghese aveva deciso di fissare a 60 euro il prezzo dei biglietti per il settore ospiti. Una cifra sicuramente alta, ma comunque inferiore di 15 euro rispetto alla gara che la scorsa stagione aveva visto affrontarsi le due squadre.