Dei 26 piccoli indiani di Fonseca ne sono rimasti 17, a cui ieri ne ha aggiunti due della Primavera (il trequartista Riccardi e il terzino Calafiori) proprio per far numero. Eppure a confortare il ds Petrachi, preoccupatissimo per l'incredibile coincidenza di casi che ha decimato la rosa, c'è la considerazione che la formazione iniziale non è affatto scontata. Fonseca non dovrebbe cambiare il sistema di gioco («è una possibilità - ha detto in conferenza - ma per il momento non credo sia necessario») e dunque è quasi obbligato a confermare Veretout, Pastore e Zaniolo al centro della sua manovra, con primi due più bassi ad impostare e il talentino più giovane a rifinire l'attacco dove giostreranno quasi sicuramente Kluivert (che salterà il Milan per la squalifica), Perotti e il Dzeko mascherato (e condizionato) che si è visto nel secondo tempo di Genova.

Ma in difesa c'è ancora una certa abbondanza, nonostante l'ultima defezione da aggiungere al gruppone degli indisponibili, quella di Santon per l'influenza. Sulle fasce troveranno posto due tra Spinazzola, Florenzi e Kolarov (questi ultimi due sembrano i più affaticati, ma Fonseca rinuncia malvolentieri all'esperienza del serbo) e in mezzo Fazio contende il posto da centrale ai due che stanno giocando ormai con una certa continuità: Mancini, ieri oltretutto presente in conferenza stampa di presentazione, e Smalling. A naso il portoghese dovrebbe confermare i due, ma non è così scontato. In panchina ne andranno solo sette, come da regole dell'Uefa (che non piacciono affatto agli allenatori): dunque dei convocati resterà fuori solo il terzo portiere Cardinali, a sedersi a fianco dei tre babies Calafiori, Riccardi e Antonucci saranno i tre difensori Florenzi, Juan Jesus e Fazio. Ecco le probabili formazioni:

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Mancini, Kolarov; Veretout, Pastore; Kluivert, Zaniolo, Perotti; Dzeko. All. Fonseca

BORUSSIA MONCHENGLADBACH (4-3-3): Sommer; Rainer, Elvedi, Jantsche, Bensebaini; Kramer, Benes, Zakaria; Hermann, Embolo, Thuram. All. Rose