Cielo nuvoloso, architettura industriale, spiaggia più vicina a circa 224 km: Duisburg non è esattamente la città in cui vorresti trovarti il 6 agosto. Però è dove la Roma si giocherà gli ottavi di Europa League e per chi vive questi colori in un certo modo non ci sarebbe posto più bello in cui stare. Se ci fosse stata una trasferta, la cucina non sarebbe stato un problema perché in questa città di circa 500mila abitanti della Renania Settentrionale-Westfalia c'è una delle comunità italiane più folte d'Europa e il centro pullula di ristoranti e pizzerie made in Italy. Una presenza così forte e sentita da spingere la Figc a sceglie Duisburg come sede del ritiro italiano per i mondiali del 2006.

Gli azzurri si allenavano nella MSV Arena, lo stesso impianto che domani ospiterà la partita tra Roma e Siviglia. Uno stadio da circa 31.500 posti che resteranno quasi tutti liberi a causa delle disposizioni anti-Covid. È la casa della squadra locale che attualmente milita in terza divisione tedesca ma con un passato importante: tra gli anni 60 e 70 ha sfiorato la vittoria in Bundesliga e raggiunto una semifinale di Coppa Uefa.

L'impianto si trova lungo la superstrada che collega Duisburg e Dusseldorf, la capitale della regione che ospita l'aeroporto più vicino ed è stata scelta dalla Roma come sede del ritiro. La squadra è partita stamattina da Fiumicino e atterrerà in Germania nella tarda mattina. Dopo il pranzo in albergo, si sposterà alla MSV Arena dove alle 16.45 Paulo Fonseca terrà la conferenza stampa prima di dirigere l'allenamento di rifinitura previsto per le 17.30. Visto che la partita è prevista per le 18.55, al termine della sfida la squadra lascerà lo stadio per dirigersi direttamente all'aeroporto di Dusseldorf e fare ritorno in Italia.