Le parole del tecnico del Real Madrid, Lopetegui, in conferenza stampa alla vigilia della prima gara di Champions League tra i blancos e la Roma. Match in programma domani sera alle 21 al Santiago Bernabeu.

Domani è la sua prima partita di Champions da allenatore del Real Madrid, è emozionato?
"Sento un forte senso di responsabilità. Mi fa molto piacere poter dirigere questa partita domani. Vogliamo giocare una grande partita, abbiamo molta ambizione".

Sarà la prima gara di Champions League senza Cristiano Ronaldo. Che squadra è ora il Real Madrid?
"Noi ci concentriamo solo sui nostri giocatori e questa è una rosa che può essere competitiva in tutte le competizioni. Ci sono stati tantissimi giocatori forti in questo Real ma io penso solo ai miei".

Mariano e Vinicius ancora non hanno mai giocato. Quando inizierà a contare su di loro? 
"Mariano viene convocato regolarmente e conto su di lui. Può far parte dell'undici titolare o partire dalla panchina. Vinicius sta giocando per il Castilla, è bravissimo, e se avremo bisogno di lui prenderemo le decisioni adeguate".

Ha notato un cambiamento per i giocatori francesi del Real? 
"I giocatori accumulano esperienza e quella del mondiale è straordinaria. Per quanto riguarda Lucas deve migliorare come calciatore. L'esperienza al mondiale ha giovato a tutti".

Chi gioca domani in porta?
"Non ho ancora preso decisioni. Entrambi i nostri portieri sono di altissimo livello e qualsiasi decisione prenderò domani sarà quella giusta".

Marcelo e Modric non sono al meglio per via dell'alto ritmo della preparazione? 
"Per la preparazione è vero. I giocatori dopo il Mondiale vengono reintrodotti in squadra gradualmente. Tutti i problemi però sono oramai passati. La rosa del Real è molto ampia e per me sono tutti titolari".

Che partita si aspetta domani contro la Roma? 
"La Roma ha eliminato Atletico e Barcellona lo scorso anno. La rosa è più completa, l'allenatore è lo stesso. Ci sono automatismi ben consolidati. Me li aspetto più forti dell'anno scorso e mi aspetto una partita straordinaria".

Ha fatto molto turnover. Sta sperimentando? 
"Faccio le rotazioni per affrontare ogni partita al meglio tatticamente. Se giochiamo ogni tre giorni dobbiamo cercare soluzioni alternative. La nostra rosa è molto ampia".

Le tre Champions vinte da Zinedine Zidane le mettono pressione?
"No assolutamente. Dico chapeau all'allenatore che ha vinto tre Champions ma noi facciamo quello che dobbiamo fare. Sono molto ambizioso e ho molto entusiasmo. Siamo fiduciosi nei nostri mezzi".

Come sta Keylor Navas? Come vive il ballottaggio con Courtois? 
"Sta bene, è un lottatore. Sta lottando come tutti i suoi compagni".

Modric come sta fisicamente? 
"Sta bene, sempre meglio. La sua estate è stata intensa. Ha un certo bisogno di riposo ma sta andando benissimo, ogni giorno meglio".

Quale sarà la sua tattica? Verticalizzazioni o più pazienza nell'attaccare? 
"I ritmi vertiginosi che ci sono state nelle partite hanno significato che c'erano tanti cambi da fare. L'importante è gestire il ritmo a secondo delle fasi della partita".

Si aspetta lo stesso gioco aggressivo dello scorso anno dalla Roma? 
"Lo stile di gioco che mi aspetto è aggressivo. La squadra è preparata. Non so quali siano le decisioni di Di Francesco ma so che la squadra è aggressiva".

Il portiere che giocherà domani giocherà anche le altre di Champions? I portieri sapranno in anticipo in quale competizione giocheranno durante la stagione?
"Sono decisioni che prenderemo poco a poco. Se sentirò di dover dire qualcosa ai portieri lo farò. Si tratta di due esemplari professionisti".

Lopetegui a Sky

"Allenare il Real Madrid vuol dire avere l'obbligo di vincere tutto. La squadra è preparata. La Roma ha fatto un cammino in Champions fantastico lo scorso anno eliminando Atletico Madrid e Barcellona. Sono migliorati a livelli di giocatori, hanno mantenuto l'allenatore e siamo obbligati a fare una grande partita per vincere".