Le parole del Capitano del Real Madrid, Sergio Ramos, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions Leauge contro la Roma, insieme all'allenatore dei blancos Lopetegui.

843 Giorni da campioni d'Europa in carica:
"Abbiamo vinto 3 Champions consecutive e non lo si fa per caso. Siamo sempre affamati di vittorie".

Pensi che l'Atletico Madrid possa vincere con Griezmann?
"Quando sento parlare di lui, penso a giocatori come Totti. Si tratta di un giocatore straordinario, uno dei migliori che si trovi in giro. Il Real Madrid è obbligato a dare sempre il massimo. Ogni anno lottiamo per vincere. La finale a Madrid ci motiva soltanto".

La Champions è obiettivo stagionale del Barcellona...
"Ci sono tantissime partite da giocare per arrivare in fondo alla Champions. Il Barcellona è una squadra piena di giocatori straordinari". 

Vinicius quando debutterà, che consigli daresti a lui?
"Venivo da un anno e mezzo nella Primera division col Siviglia. Penso che si possa aspettare molto da lui. Il talento che ha è fuori questione. La cosa più importante è non mettere troppa pressione a questi giocatori giovani".

Che ne pensi della VAR?
"Sono contento che si adottano misure nel calcio per rendere tutto più sicuro. Quando si iniziano a usare mezzi nuovi, ci vuole del tempo. Concediamo tempo necessario al VAR". 

Cosa vi ha lasciato Cristiano Ronaldo?
"Che posso dirti. Cristiano qui al Madrid ha infranto tutti i record. Ora è il passato e non possiamo vivere nel passato. È stato un vuoto difficile da colmare che credo siamo riusciti a colmare. Lo ricordiamo con affetto e gli siamo grati". 

La squadra favorita in Champions?
"Non bisogna mai adagiarsi sugli allori. Vogliamo iniziare col piede giusto e vedremo cosa succederà partita dopo partita". 

Che anno sarà per Asensio?
"Voglio bene a Marco. Ricorda me quando iniziai al Real. Se vuole diventare una realtà del calcio deve accogliere di buon grado queste responsabilità. Siamo certi che avrà una carriera importante". 

Qual è il contributo dei capitani del Real?
"Varane e Benzema, Marcelo e Modric sono giocatori straordinari che hanno vinto tutto. Adesso occupano un ruolo diverso. Se Karim era più indipendente, timido, adesso sta accettando le responsabilità che ha, anche nei confronti dei giovani".

Il pareggio che avete ottenuto contro l'Athletic Bilbao può condizionare il match di domani?
"Dobbiamo essere pronti per affrontare tutte le squadre a seconda del calendario. Questo sport mi dà un'emozione incredibile. Adesso bisognerà riposare, mangiare bene (che è importante), per affacciarci alla partita di domani nel miglior modo possibile"

Sky Sport

"Il Real ha dimostrato di essere capace di ricominciare sempre da zero. Ho sempre avuto rispetto per la Serie A, attenzione per la Roma, per sua storia, per i giocatori, per Totti con cui ho un bel rapporto e a cui mando un saluto. Stanno crescendo, sono stati ad un livello più basso e ora vogliono recuperare. Hanno voglia di vincere, sono ambiziosi, vorranno migliorare in Champions dopo che hanno eliminato una grande squadra come il Barcellona. Con Ronaldo abbiamo fatto tante cose positive e anche qualcuna negativa. Avevamo equilibrio e velocità nel contropiede con lui, ora dobbiamo lavorare più di squadra. Sono grato a lui per quello che ha fatto, ora abbiamo un'altra squadra e vogliamo vincere con questa".