Curva Sud Centrale, Curva Sud Laterale, Distinti Sud e Curva Nord. A tre giorni dall'attesissima sfida contro il Porto, valevole per l'andata degli ottavi di finale di Champions League, sono ben quattro i settori dello stadio Olimpico che hanno fatto registrare il tutto esaurito.

A oggi sono 49mila gli spettatori presenti martedì sera alle ore 21, di cui alcune migliaia provenienti dalla città portoghese che prenderanno posto nel settore compreso tra la Curva Nord e la Tribuna Monte Mario.

Un dato destinato inevitabilmente ad aumentare nel corso delle prossime ore, fino alla chiusura della vendita in programma ad un'ora dal fischio d'inizio dell'incontro. L'attesa per vivere una nuova notte europea è ormai agli sgoccioli, con la certezza già acquisita di un Olimpico che farà sicuramente registrare il secondo miglior dato di questa stagione tra campionato, Champions League e Coppa Italia.

Superati con relativa facilità i poco più di 46mila spettatori della vittoriosa sfida contro i russi del Cska Mosca, l'obiettivo dei prossimi giorni è quello di avvicinarsi il più possibile al dato del big-match del girone iniziale contro i campioni in carica del Real Madrid dello scorso 27 novembre (59.124 spettatori tra possessori del mini-abbonamento e paganti). Biglietti che, come di consueto, potranno essere acquistati: presso gli AS Roma Store, nelle ricevitorie abilitate della rete Vivaticket, tramite Call Center contattando il numero dedicato, nel Ticket Office di Viale delle Olimpiadi oppure direttamente sul sito ufficiale della società.

Proprio in merito alla modalità di acquisto online, la Roma nei giorni scorsi ha invitato i tifosi in possesso di un tagliando digitale a presentarsi ai tornelli dell'Olimpico muniti di un documento e della stampa cartacea del biglietto. Un invito volto da un lato a facilitare i controlli degli steward e, dall'altro, ad evitare ritardi e file tanto nelle diverse fasi di prefiltraggio quanto nelle vicinanze dei tornelli.

Quarantanovemila e più spettatori con la testa proiettata a martedì sera, per ritrovare la Champions League con la speranza di prender parte ad una nuova, indimenticabile serata europea e continuare la marcia verso i quarti. Ancora tre giorni di estenuante attesa prima di poter tifare Roma e dare così vita a novanta e più minuti di incitamento tra cori, battimani e bandiere da sventolare. In palio l'andata degli ottavi di finale e la possibilità di vendicare la cocente eliminazione dai playoff di alcuni anni fa. Per chi fosse interessato ad unirsi alle fila romaniste, sono ancora a disposizione i biglietti per i Distinti Nord (50 euro) e per i diversi mini-settori di Tribuna Tevere (da 80 a 100 euro) e Tribuna Monte Mario (da 105 a 130 euro).

In almeno 49mila per spingere la squadra a colpi di voce ad una vittoria necessaria, prima di proiettare la mente alla sfida di ritorno dello stadio Do Dragao (6 marzo, ore 21) per la quale, a partire dalla mattinata di domani, prenderà il via la terza fase di prelazione dedicata ai possessori dei biglietti delle tre partite esterne del girone - unitamente al passaporto con visto per la lontana Russia. Archiviata con successo la trasferta di campionato del Marcantonio Bentegodi contro il Chievo Verona, i romanisti attendono così con impazienza di poter prendere posto tra le mura amiche dell'Olimpico.

Ancora tre giorni e sarà finalmente tempo di riascoltare la melodia capace di far riaffiorare dolci ricordi del recente passato, tre giornate utili per assicurarsi un biglietto ed unirsi così al popolo romanista. Tre giorni per rendere ancor più speciale la cornice di uno stadio Olimpico che attende l'arrivo in massa della tifoseria giallorossa. In 49mila hanno già risposto "presente", nelle prossime ore altri ancora raccoglieranno l'invito. Per la Roma e per sognare ancora.