Come ogni settimana, la Lega Serie A ha pubblicato le statistiche individuali e di squadra dopo la quinta giornata di campionato. La sconfitta contro il Bologna ha acuito i problemi visti già nelle precedenti partite, andando a incidere anche sui numeri collettivi e personali. Uno dei dati più paradossali riguarda, ad esempio, il numero dei cross fatti. Una classifica che ci vede al secondo posto dietro la Juventus, ma che stona con il numero di gol realizzati di testa: zero, come i bianconeri del resto. Anche nella graduatoria dei tiri fatti, ci spetta il secondo gradino del podio (dietro alla Juve): 77  conclusioni totali, 44 in porta e 33 fuori. A livello individuale, in questa classifica il terzo posto di Edin Dzeko (23 tiri effettuati, solo 10 nello specchio) stona con l'unico gol realizzato in campionato dal bosniaco. 

Un altro dato importante riguarda la classifica dei fuorigioco, dove la Roma occupa la terzultima posizione, davanti a Udinese e Genoa. Leggermente migliore la situazione relativa ai chilometri percorsi, anche se il dodicesimo posto non è certo incoraggiante. Il miglior romanista in questa "specialità" è Diego Perotti che ha corso 10,916 km ieri guadagnandosi la trentatreesima posizione in classifica. Il secondo è Nzonzi, trentottesimo con 10,826 km percorsi in media. Al tredicesimo posto regge ancora Kevin Strootman che nell'unica partita disputata in giallorosso contro il Torino ha percorso 11,569 km. Restando sulle statistiche individuali, De Rossi è il primo romanista per palle recuperate, occupando la nona posizione con 22 palloni riconquistati. Due in più di Manolas, sedicesimo, e cinque in più di Fazio, quarantunesimo. Un ulteriore conferma di come il capitano sia l'unico centrocampista in grado di garantire un filtro credibile, almeno in questo avvio di stagione e di come la squadra faccia tremendamente fatica a recuperare palla con il pressing alto.